Real Museo Borbonico — 1.1824

Seite: p u
Zitierlink: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/museoborbonico1824/0411
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
RELAZIONE

DEGLI

SCAVI DI POMPEI.

Quidquid sub terra est in apricum proferet aetas ,
Defodiet condetque nitentia.

Or. Ep. 6. lib. I.

Come le scritture ci narrano i fasti e le gesta dei popoli trapassati,
così i monumenti delle arti, ce ne mostrano gli usi, e la fisonomia:
ed è perciò che ogni popolo, il quale ebbe grado di civiltà , contese
con ogni suo sforzo a raccogliere, e conservare sì gli uni, che le altre ,
come il più durevole e prezioso frutto dell' opulenza, e della gloria
delle nazioni. Imperocché sono le memorie dei tempi andati quel pa-
trimonio di civile sapienza, che insegna mirabilmente ad amministrare
il tempo presente, e provvedere al futuro. Ora quanto queste utili
ricordanze acquistin di lume, e di chiarezza dagli scavi della città di
Pompei, non fa mestieri di dimostrare , mentre si possono questi ras-
somigliare ad un dramma, ove i costumi di dieciotto secoli fà si veg-
gono in bella mostra rappresentati.

È cosa veramente meravigliosa quel rivolgimento delle umane
vicende, che il lutto di una generazione converte nella gioia di
un' altra generazione : così nei vortici delle disavventure tanti po-
poli sconsolati fanno tesoro nelle viscere della terra delle loro ric-
chezze, le quali poi, per cammini occulti all'umana prudenza, giun-
gono inaspettate a rallegrare, ed arricchire la vita dei tardi nipoti.

1
loading ...