Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: XX
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0020
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
lATOUi

Tre cose danno uaghezza È lasabrica, il numero,U fi*
gura,e la coUocatione. Cap. /.

De le corrijpondentie de gli numeri nel misurare le are,
e de la ragione del differire, ò terminare non nasciu*
td ne le harmome ne ancho ne li corpi. Cap. 6.

Modo,mi fura ,e sito nel porre le colonne. cap. 7.

Di alcuni uitij piugreui de l Architettura. Cap. 8.

Qualsia l'ussicio de le Architetto, e quai cose sacciano
uago l'ornamento. Cap. y.

Quali cofe debbe consederare l'Architetto, er è tenuto
àsdpere, Cap. io.

Con quali huomini debbe lArchitetto comunicare ìlsuo
consìgliog? lopcra. Cap. n.

CAPITOLI DEL DECIMO LIBRO,

oueseriuesi di riftorare le opere
già satte.

DOnde rieseano in uitij ne le opere : quxlì si pos=.
sino amendareje qual nb,e quale cose aggrauano,
Uria. Cap. 1.

Come l'aqua è necessaria à la ulta humina, e che sono dt
quelle uariestecie. Cap. i.

Quattro cose si hanno da consìderare cirex le acque, <&
onde si generinolo sorgano&oue corrano. Cap- 3.
\nditij di truouare l acqua nascosla. Cap. 4.

Di' cauare,esabricare i pozzi,e le catte ò mine. Cap. 5.
Del uso de le acque, quali sono più sané, quali nociue.
Cap. 6.

Modo
loading ...