Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 32a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0085
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
S* DB l'a.RTC HOIlTrS-T.TT V R si.

sino al xx i.i, de Zi L«»<t'/t tag/i l'albero ,e di quìpen
sono che lanligione su nasciuta cbén quegli dìfolamen
te per la. eternità si sa sacrisicio,pcr che le cofe in quelli
tagliate in perpetuo durano. V'aggiungono che sosserui
il tramontare de la Luna.Giudica Plinio,che ottimamen
te.fi tagli talbero ne l'apparire di Cane jleUa,e nel con*
giugnerfì de la Luna3che interlunio chiamafi, er ««o/e
che s'ajpetti la notte di quel giorno quando è tramonta
ta la Luna.Aftrologi k ragione riajfegnano,che per ma-
gare de la Luna ogni humoresìa commojso. Adunque uol
tato Ihumore uerso la Luna à lepiu basse radici, il tron
co reità più puro, v'aggiungano che saranno piufodife
nonsano fìefì,ma tagliati intorno intorno jìlascino cosi
ritti seccare. Afsermano ctiamdio,che l'abicte non molto
cantra Ihumore gagliardo.Se mancando laLunasiafyo
gliato discorza, non uiene dal acqua corrotto. Dicono
demi che la quercia, er ogni grieuc legno ,cheflà satto
t acqua, sé jia nel principio di prima nera tagliato £at*
torno,e lasciate le srondi,gittato a terra,che elio per no
uanta dì nuotafopra l'acqua. Altri uogliono,che salbe*
ro (landò ritto sino À'mezzo la midolla si tagli,asfinefhe
ogni cattiuosugo slill-indo sé ne uada.v'aggiungono,che
nonjìjìenda a terra l'albero che uoi lauorarc,prima che
silo habbia fatto isuoi frutti,e maturato isemi,e debbe*
fi,tagliato l'albero fruttisero, sogliarlo diseorzu, per
chesotto qucUa ageuolmente fi guaseano.

Di' conseruarc li tagliati legnami, e di ugnerli, & i re*

;, medi] contro le insermità de legni, er oiie acconcia*

mente fi pongano. , Cap. /•

I /sg'"'
loading ...