Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 8.1898

Page: 231
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1898/0124
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
231

di un antico ipogeo scoperto in napoli

232

Certo è invece il frutto che può ricavarsi dai nomi
personali trovati nelle nostre camere sepolcrali, e messi
in confronto con la notizia di Strabone (V, 4, 7), il
quale afferma, che al tempo suo la nomenclatura greca
si serbava intatta a Napoli. E però i nomi romani,
che si rinvennero nella tomba scoperta nel 1790 (v.
sopra, col. 218, 219) apertamente dimostrarono ai
vecchi Accademici Ercolanesi, e più precisamente a
mons. Rosini, che compose il I voi. dei Papiri d' Erco-

lano ('), un' età posteriore a Strabone. Io non oso
scendere tanto giù, come fece il dotto Ercolanese,
a cui parve che quelle iscrizioni indicassero postrema
Antoninorum tempora, e credo di approssimarmi più
al vero fermandomi al primo secolo dell' impero.

Giulio de Petra.

(') Herculan. volurn. quae supersunt, tom. I, 1793, p. 8,
nota 28.
loading ...