Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 28.1922

Page: 147
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1922/0083
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
147 RUDERI DI TERME ROMANE TROVATI A BAJA 148

biente (d) lungo m. 7,40 X 5,75, che era esso pure, solo una metà, perchè il "resto fu in altri tempi aspor-
come appare dai resti, pavimentato di tessere bianche a tato, ma è sufficiente per darci un'idea della sua ric-
stelle nere. Parallelamente a questo si estendeva una chezza.

0 i 2 x k 5 / .

__i__i____j__\ me!ri

Pianta IV.

sala (e) di m. 7,75 X 4,50, con pavimento di marmo, da È in opus sedile, a losanghe romboidali, di marmar

cui l'ambiente precedente non doveva essere separato molossium (fior di persico), ciascuna circoscritta da

per mezzo di una parete vera e propria, ma da un arco, rosso antico che ne inette in rilievo il bell'insieme,

che si impostava sui due robustissimi piò dritti di mat- Una fascia di marmo, cinta da due listelli di rosso antico,

toni ancora visibili ed era sostenuto da due colonne di lo limita agli orli (fìg. 13). Un secondo oecus di mo-

cui rimangono le basi quadrangolari di mattoni, mentre saico (g), a greca nera su fondo bianco, si vede accanto

una lunga soglia (/), ancora in parte ricoperta di marmo, all'altro pie dritto e al di là, nella rovina attuale, si

correva sul pavimento fra i due ambienti, per tutta la sprofondano le mura di fondazione scoperte fino alla

lunghezza della volta. Del bel pavimento di marmo resta profondità di 2 metri (fìg. 14).
loading ...