Vignola; Spampani, Giovanni Battista [Editor]; Antonini, Carlo [Editor]; Bianchi, Giuseppe [Editor]
I cinque ordini di architettura civile — Rom, 1861

Page: 67
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/vignola1861/0071
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
— 67 —

CAPO V.

DELL'ORDINE JONICO

Quest' Ordine ha preso il suo nome dalla Jonia, colonia greca nell'Asia minore,
essendo slato adoprato in Efeso sua citta principale e in altri tempii. In Roma
vari antichi monumenti ne esistono, il tempio della Fortuna -virile, il teatro di
Marcello e il tempio della Concordia, nel quale gli speciali modi introdottivi fu-
rono sistemati dallo Scamozzi.

TAVOLA XV.

DEL PIEDISTALLO JONICO

» La cornice della imposta dell'Ordine Jonico è di altezza un modulo, e la
» sua proiettura un terzo di modulo , e i particolari membri si possono vedere
» da' numeri, come quelli del piedistallo e della base.

Si prescrive dall' autore al piedistallo P altezza di sei moduli, la terza parte
della colonna, compresa la base e il capitello. Divisa nelle tre consuete parti, dà
al basamento l'altezza di mezzo modulo, adornandolo con un zoccolo, un listello,
una gola dritta, un tondino, e un altro listello , che viene compreso noli' altezza
del dado, al quale assegna moduli cinque ; nella quale altezza medesima si com-
prende l'altro listello dove incomincia la cimasa. Vuole che abbia questa 1' altezza
di mezzo modulo, e l'adorna con un tondino , un ovolo , un gocciolatoio e una
gola rovescia col suo pianetto, dandole di aggetto dieci parti, come si vede nel
profilo della tavola : alla base ascrive un modulo di altezza e sette parti di ag-
getto, adornandola con un plinto, un listello, un guscio, un altro piccolo listello,
un toro e l'imoscapo, che si comprende nel fusto della colonna. Anche il fusto è
ornato con ventiquattro scanalature assegnandogli di altezza sedici moduli e un
terzo. Alla imposta dell' arco dà un modulo di altezza e sei parti di aggetto ; e
1' adorna con due fasce, un listello, un tondino intaglialo, un ovolo intagliato,
un gocciolatoio , e una gola rovescia intagliata col suo pianetto, quali ornamenti
tutti si vedono dettagliatamente espressi alla Iett. A. Alla fascia che forma la mo-
stra dell' arco dà la stessa misura per la larghezza, ornandola con due fasce con
una gola rovescia intagliata, e un listello, come si vede nella indicata tavola alla
medesima lett. A ove, oltre la scala, si trovano nei rispettivi profili segnate le
misure tutte.

C. Fronte della chiave o serraglio.

D. Profilo del detto serraglio.
loading ...