Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi: Antichità del territorio Falisco: esposte nel museo nazionale romano a villa Giulia (Parte prima) — 4.1894 (1895)

Page: 11
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1894/0012
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
11

DEGLI SCAVI DI ANTICHITÀ NEL TERRITORIO FALISCO

12

più gravi problemi l'osarne di questi corredi di tombe
vetustissime, considerati non solo col confronto dei
corredi simili scoperti in altre necropoli, sovente assai
lontane, ma in tutto il complesso dei dati archeologici
offerti dal medesimo luogo, e riferibili ad una sola
città, nei quali come in un nuovo libro sarebbe stato
possibile di leggere il succedersi di vicende ignorate
della città medesima.

Ed affinchè le conquiste nel campo delle esplora-
zioni archeologiche fossero definitivamente e piena-

riferibili a quella data città od a quel dato territorio,
rimessi a luce mediante esplorazioni sistematiche, scelti
per La varietà che i singoli gruppi presentano fra di
loro, e classificati non già pel pregio che i singoli
oggetti possano avere in sè e per sè, ovvero per un
limitato numero di fatti che spettino ad uno speciale
tema di studio, ma classificati col riguardo a tutto
l'insieme delle circostanze che ne determinano piena-
mente il valore, e ne costituiscono una serie completa
di documenti storici.

mente assicurate alla scienza, ne avremmo desunti anche
i criteri, secondo i quali la suppellettile scientifica
ed artistica, indipendentemente dal corredo necessario
alla scuola, avrebbe dovuto accrescersi nei nostri
musei. Imperocché non basta oggi esporre nelle nostre
raccolte pubbliche ciò che, ottenuto da varie parti, si
reputi di singoiar pregio, sia perchè buono a destare
l'ammirazione degli artisti, sia perchè atto ad esercitare
la mente di alcuni eruditi; ma giova direttamente
alla cultura il raccogliervi oggetti o gruppi di oggetti

3.

Con questi criteri, espressi poi nella relazione che
precede il K. Decreto sopra la istituzione del Museo
nazionale romano, l'onorevole predecessore dell' E. V.,
il eomni. Paolo Boselli, deputato al Parlamento, ap-
provando i nostri progetti, ordinò che si attendesse
agli scavi dell'antica Falerii presso la moderna Civita
Castellana, 145 metri sul livello del mare, nella parte
bassa del territorio falisco e nel tratto inferiore della
valle del Treia (fig. 1. tav. 1).
loading ...