Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 6.1896

Page: 93
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1896/0053
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
93

THAPSOS

94

e per la maggior parte si trovano distanti dal mare
da 5 a 50 m., aperte nella roccia che con mite de-
clivio va a tuffarsi nelle onde. Talune di esse sono
invase dall'acqua appena il mare sia anche debolmente
agitato, e quando poi spira potente il greco levante
molte anche delle più distanti sono tocche dalla marea.
Non ultima causa questa dello stato deplorevole in
cui la maggior parte della suppellettile fu rinvenuta.
Un bel gruppo di stanze, aperte nella arida scogliera

coli XVI-XVII, quando si costruirono le colossali for-
tificazioni di Augusta, forse anche più antiche (greche?),
hanno distrutto buon tratto della costa primitiva ; onde
si vedono sepolcri sezionati in tutti i sensi, ed il fondo
di altri perennemente coperto da uno specchio d'acqua.
Dal lato nord-ovest poi l'opera di distruzione continuò
fino a ieri, ed il Cavallari ricorda d'aver visto sepol-
cri mandati in aria a furia di mine; a tali devasta-
zioni fu ora posto un freno. Un gruppetto isolato di

di nord-est fu da me. trovato letteralmente colmo di
sabbie marine inferiormente, e di un potente strato
di ciottoli arrotondati, spintivi dalla marea, al di sopra;
e di queste stanze parecchie contenevano intatta la
loro primitiva deposizione, avvolta nella fanghiglia
marina. Siccome la scogliera in questa direzione non
è stata alterata dall'uomo, mi torna difficile compren-
dere, come mai i Siculi esponessero i loro sepolcri alle
offese del mare. Ma nel lato settentrionale dell'isola
stanno altrimenti le cose ; delle vaste cave di pietra,
le più antiche alla punta nord esatto, forse dei se-

sepolcri, circa una mezza dozzina, esiste all'estremità
sud e pochissimi altri lungo il lato ovest ; nel centro
poi dell'isola, a nord-est della grande torre circolare,
costrutta nel sec. XVI, a batter d'infilata coi suoi fuochi
l'accesso di Magnisi, nel piano denudato e liscio della
roccia apronsi altri sepolcri con ingresso a pozzo, che
vanno a riunirsi con quelli della costa. Reputo che
complessivamente sieno un 300 le tombe di Thapsos,
il che si accorda coi dati di Cavallari che nel dicem-
bre del 1879 dice d'averne contate un 260.

Esplorazioni archeologiche non si fecero nell' isola
loading ...