Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 6.1896

Page: 213
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1896/0113
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
213

ANTICHITÀ CRETESI

214

esterne a blocchi quadri di pietra locale non molto
grandi, nell'interno riempita di sassi e calcestruzzo;
la sua costruzione non mi pare antica, e forse non è
nemmeno quella che ha ceduto all'aceto di Metello (') !
Quivi, prima di giungere alla torre, è una piattaforma
ovale, formata da un piano di sfaldatura della roccia,
e vi sono scalpellati degli incavi o solchi di circa
m. 0,08 di larghezza, il cui uso non saprei spiegare
con certezza, in questa guisa (tìg. 44).

0

Fio 44.

Sembrano destinati alla inserzione di lastre di pietra
verticali o di grosse tavole, ed in tal caso mi pare che
potrebbero esser prese per gli stipiti della porta ad
analogia col sistema di costruzione di Micene, Tirinto,
Troia ecc. ; ma confesso che l'uso dei parallelogrammi
incisi in c non mi è chiaro ; in b forse sarà la parte
corrispondente a questi incavi, ma è nascosta dal ter-
reno e dalle macerie.

Sotto l'acropoli sono scavate nella roccia due gran-
diose cisterne, comunicanti fra loro per mezzo d'un
foro, sorrette da pilastri quadrangolari di circa m. 3,50
di lato, che formano quattro navate. Al nord dell'acropoli
è scavato nella roccia un viadotto a sezione arcuata,
largo circa 2 metri con un canale nel mezzo ; alla metà
di questo cunicolo è per terra una pietra quasi come
ponticello ; in fondo v' è una parete a nicchia, in mezzo
alla quale è un buco che si crede fosse in comuni-
cazione colle cisterne.

Vicino alle cisterne sono delle tombe scavate nella
roccia sulla parete tagliata verticalmente, che fian-
cheggia uno stradello ascendente all'acropoli; esse ras-
somigliano a quelle che si veggono scavate nella pa-
rete della collina incontro, cui accenna lo Spratt. Hanno

(») Spratt, II, pag. 91

la forma di nicchia semicircolare, più o meno pro-
fonda, secondo il numero dei morti interrativi ; ve no
sono per un solo individuo a forma di nicchia : in terra,
nella roccia stessa sono scavati i sarcofagi. Una di
esse ha cinque sarcofagi disposti in pianta cosi :

Di lì si discende ad occidente nella gola ad ovest,
ove è il ponte antico che ancora si conserva, sebbene non
nello stato perfetto in cui è disegnato nello Spratt (•).
Noto la sua perfetta costruzione a blocchi di varie di-
mensioni che sopra le spalle perpendicolari si restrin-
gono a formare un arco triangolare, secondo il sistema
delle costruzioni micenee (2). Quanto all' arco vicino
semicircolare, che lo Spratt dice costruito secondo i
principi dell'arco semicircolare romano, non convengo
con lui, sembrandomi piuttosto un buco nella roccia ;
infatti non è sostenuto che dalla compattezza della
roccia stessa, la quale in quel punto è a strati sot-
tili d'un calcare rossastro molto simile ai mattoni.
Girai intorno all'acropoli per vedere l'altro ponte al nord,
del quale non resta più che una sola spalla, costrutta
con piccoli massi parallelepipedi, analoghi a quelli
degli àrahtfifiata. La spalla incontro è crollata in
questi ultimi anni con tutta la siepe che era sopra.
Sopra una delle terrazze a nord era un tempio, come
accenna anche lo Spratt; sembra che colle rovine del
medesimo avessero costrutto una chiesetta bizantina
nella terrazza sottostante, sulla quale le rovine erano
crollate. Questa, dedicata a s. Irene (;t), è a sua volta

(1) Voi. II, pag. 95. Disgraziatamente la fotografia che ne ho
fatto si è rotta nel viaggio ; i particolari della costruzione e le
proporzioni del ponte risultano però abbastanza chiaramente
dalla fig. a pag. 95, voi. II, dello Spratt.

(2) Cfr. ad es. la porta di Messene : Baumeister, Denkm.
fig. 878, che è identica, e le simili porte di Missolunghi, fig. 876
e i triangoli di scarico sulle porte dei cosi detti tesori di Micene.

(3) Il nome è conservato al posto.
loading ...