Accademia Nazionale dei Lincei <Rom> [Editor]
Monumenti antichi — 20.1910

Page: 205
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/monant1910/0113
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
205

IL NURAGHE LUGHERRAS PRESSO PADL1LATINO

206

di rendere più forte e più vasto l'edificio, assicurando
una abitazione solida a maggior numero di persone ed
uno spazio interno sicuro dove si svolgesse la vita ac-
canto ai focolari ed al pozzo. Come dissi, comprende
una fascia che avvolge ai fianchi ed a tergo la torre

volta non ha la grandiosità della principale. Questa
cella secondaria ha il diametro di ni. 4,45 X 3,50 ed
è munita di una nicchia ; l'accesso avviene per mezzo
di un lungo corridoio, f f (lungh. m. 8 e largo 1,00)
costrutto con grande solidità, a grandi massi ben di-

primitiva, formando ora una cintura di rovina attorno
ad essa. In questo fasciamento erano una cella nel
lato posteriore e due ai lati; quella del lato setten-
trionale fu sgombrata in quella parte che ancora si
conservava. La costruzione di questa parte aggiunta
è dello stesso grosso materiale lavico, collocato con
una maggior preoccupazione della resistenza che della
regolarità ed uniformità. Così non si vedono quelle
uniformità ed armonia nella disposizione dei corsi che
appare nel nuraghe maggiore, anche la cella D ha
disposizione di pianta irregolare e la struttura della

sposti ed aggettanti verso l'alto, formando così una
copertura simile a quella del corridoio della cella mag-
giore. Della cella di destra, E, non si vede che il cor-
ridorio di accesso che sboccava nell'angolo destro del
recinto, per mezzo di una porta assai alta e leg-
germente rastremata verso l'architrave (fig. 23). Della
terza cella è solamente possibile supporre l'esistenza,
senza che, per lo stato di rovina dell'edificio, si
possa chiarire se si avesse accesso dalla parte della
cella destra, per mezzo di un corridoio praticato nel-
l'interno del muro di rivestimento, oppure avesse una
loading ...