Scamozzi, Vincenzo
L' Idea Della Architettvra Vniversale: Diuisa in X. Libri (Band 2): Dell'Esqvisitezza De' Cinqve Ordini. E de loro Colonnati, Archi, Modo: nature pi regolate: e delle Materie conuencuoli all'edificare — Venetia, 1615 [Cicognara, 651]

Page: VI
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/scamozzi1615bd2/0006
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
INDI CEDE' CAPI
DELLE PROPORTIONI, e misire particolari de Pie defilili, e Bafe^ es^jaltre parti dell'ordine Dorico e
de' Capitelli; & ornarnemi/opra alle loro Colonne* Capo XX. sac.so
DE LL' ORIGINE de' popoli Ionici ; e malti edisicij satti da e sii à quali opere si contitene quessordine
delle proponimi ^ e mifiir ed'esfio. Capa XXI, ./W.8?
DE' C OLON N ATI jejr Archi -{empiici dell ordine Ionico 3 ejr altre si de* Colonnati 3 & Archi Con i Piede BU
li 'j e le Hadtilationi delleloro porte interne*.. Capo XXII. ■" fac.stj
DELLE Prrpmiom , e mifire particolari de Pie dettili 3 e Base 3 & altre parti dell ordine Ionico : e divari
Capite Hi : e degl'omamentifopra alle loro Colonne. Capo X XIII. sac.qS
DELL' ORIGINE de Romani ; alcuni loro notabili edijici : doue jìconuiene quesi Ordine >e delle proponi^
ni > e mi fare di e fio. Capa XXIV, fac. i ® 2
DE CQLONN AT I ;& Archi femplici de IH ordine Romano : e de' Colonnati, & Archi con i Piede silili sQtt(>
alle loro Colonne x e te Modulationi delle loro porte conueneuoli. Capo X X V. sac. \ © 5
DELLE Proponimi 5 e mifire particolari de' Piede* sitti) e Pafì> ejr altre parti dell'ordine Romano : e de Capi-
telli > & ornamenti (òpra alle loro Colonne . Capo XXVI. fac, 114,
DE LV OR IGì NE de popoli Corinti : alcuni nobili edisici fatti da e si ; doue si conuie ne queir Ordine: e
delle fitte proponiamo e mifire , Capi X X V 11. fac. 1 ig
DE* CO LONN AT I > éi archi femplici dell' Ordine Corinto : e sinalmente de Colonnati, ejr Archi >coni
Piede si ili sitto alle toro Colonne 3 e le proporzioni delle loro Porte interne. Capo X X Vili. fac. 121
D E LLE proponimi > e misire particolari de' Piede Bili * e Rafie > & altre parti dell ordine Corinto : e de Ca^
pttelli3& ornamenti sipra alle loro Colonne, Capo XXIX. fac^^l,
DELLE MODONATVRE de gli Ordini in generale : delle più regelate maniere di effe 3 e delle lom
membra, e del diminuir le Colonne. Capo X X X. sac. 13 ^
DELLE PARTI de gli ordini , e proponimi, e forme delle loro membra >. & Aggetti, e de gl'intagli,
che fé lì cannengono. Capo x x x 1. fac. 146
DEL FORMAR theoricamente le Pani,e membra del? Ordine Corinto, come Bafornenti > e Cimacie de Pie-
desili : e le Bafe delle Colónne. Capo xx X II. fac. 1 jo
DEL FORMAR theoricamente te membra dell Architraue , Pregio, e Cornice dell Ordine Corinto, e de' tu*
gli diagonali , et rapportar le modo-nature : e delle materie appropriate a quelle cofi* Capo xx x III. 15$
DE* S OFF ITT I * e Volte, e Scale : e loro Ornamenti conueneuoli > e delle proportioni > e mifiure delle Por-
te* e Finesire, e loro adornamenti. Capo X X x IV. fac. IJ 6
D E LLE N AP PEye Nicchi,. e tabernacoli, e faro adornamenti^ e de Frontefipicij, e flotte,e Cartelle y& al-
tre parti osse sior ie : e dette materie ad vsio di quefie co fi. Capo X xx v, fiac. 164
CAPI DEL SETTIMO LIBRO.
CH E LE materie siconsiderano in diuerfi modi,che lanatura te fece, accio fi neposiiamofiruirecon.
giudteio. Capo I. fac.ijl
C H E ne ts edificare debbiamo siruirsi delle materie più h abili, e che concedono i Paesi; e si deonofide-
gliere, e preparare in tempo opportuno. Capo 11. fa- lr
DELLA GEMER AT ION E3 e natura de' Marmile Mifiide-varìjcolori in generalead'vfede gliedisici..
Capo III, fiacil 9
DELLE C AV E antiche de Marmi, e Mifit di varij colori : e della diuerfità loro vfiàtida Greci, e da Roma*.
ni,(^'altri Popoli in varie maniere. Capo IV. , fiac.iol
DELLE SPECIE di Marmi, e Milli d'Italia di la dall' Apenmno : e della diuerfità di quelli della Lombar-
dia v fiati a tempi nostri. Capo V. saci o7
DI MOLTE fipecie d'Alabasiri : ejr altre pietre nobili : e come gli antichi lauorauano, e commetteuano t
Marmine" loro edisici. Capo VI. fac.191
DELLA NATVRA, qualità, e sine^a delle Pietre viue , e di molte si e rie di pietre vsate dagli ^nti- i,
chi, nelle loro opere. Capo VII. fac'l9*
D I VA RIE fpetie di Pietre viue, delle quali fi servono oltre all'Apennino, e di molte forti» che siadoprn^.
perla Lombardia, e qua d'intorno aVenetia. Capo Vili. faci 9/
DI MOLT E sini di pietre viue 3 chesiritrouano in varie Prouincie di là da? monti : ejr in qua 'modigis *
fichi preparavano, e metteuano in opera le pietre viue. Capo IX. fa'2 .
DELLE VA RIE nature > e si e eie di pietre trattabili : e di quelle vsate da gli antichi, & anco a te*s
noBri. Capo X. ' f*cj r
D'ALCVN E sorti di Pietre trattabili, e da sé gare qui in Italia » especialmente di queH e nosire parti, e at
DELL-*

molte altre, che si ritrovano di là da' monti, Capo X /.

Vi11*,
punici''
DI fi**
0LLA
DELLA
bene> e di
VlLLB
ek> e hn
VALCVl
ne di vari
H £/J
come fi ad
CHE COS
rem di Mi
DILLE P
r'ijfttefidi
$IMI JR
ie dì e di fi
DILLE 1)
DI MOLT,
ùp J
M VOLT,
iti tempi
l$2Al ti
ili edisici.
CHE COSj
fcì, e
DELLE 9
Mure gli ei
^lram
Capo x
DELLE ^
^novsolor

ycoN
fa'tede'.
£ si »
loading ...