Universitätsbibliothek HeidelbergUniversitätsbibliothek Heidelberg
Overview
loading ...
Facsimile
0.5
1 cm
facsimile
Scroll
OCR fulltext
LA SEDIA CORSINI

La sedia marmorea Corsini (fig. 1 e t. I-Vili)
rinvenuta nel 1732 presso il Laterano ed esposta nella
Galleria Nazionale di Roma, dopo la sua pubblicazione
curata da Helbig nel 1879 nei Monumenti inediti del-
l'I/istituto di corrispondenza archeologica^), non è
stata più oggetto di studio speciale.

Alcuni anni or sono il Paribeni (2). avendo avuto
occasione di accennare a questo prezioso cimelio, osser-
vava come esso possa sempre costituire argomento di
particolare indagine. Ora, già da tempo, avevo indi-
rizzato la mia attenzione su questa sedia marmorea,
la quale richiama con le sue figurazioni (e questo
più volte era stato osservato) un altro monumento
non meno prezioso, esposto nel Museo Civico di Bo-
logna, cioè la situla bronzea della Certosa e. in ge-
nerale, l'arte dei bronzi figurati euganei ed alpini.
E m'iuducevano ad indagare sulla sedia Corsini e il
giudizio stilistico non soddisfacente che già espresse
lo Helbig, e varie singole valutazioni del monumento
che mi pareva opportuno o di combattere o di con-

(') Voi. XI, 1av. Annali dell' Instituto, 1879, pag. 312
e segg.

(2) Ausonia, li, 1908, pag. 279 segg. Per la bibliografia
della sedia Corsini sì veda Matz e von Duini, Anlike Bild-
werke iw Ro„>, III, 1881-82, n. 3705, pag. 125. Si aggiunga:
Benndorf, Mitted. der anthropol. Geselhc.h. in Wien, XIV,
188-1, pag. 44; Milani, Museo ital. di antichità classica, I,
1885, pag. 315; Brunii, Abhandl. der buyer. Akad. der ÌViss.,
XVIII, 1887, pag. 170 e seg ; Guhl e Koner, Leben der Griechen
und Rbmer, 1893, pag. 802; Bertrand e Reinach S., Les Celtes

Monumenti Antichi — Vol. XXIV.

fermare più solidamente. Solo adesso mi è dato di
esporre quanto mi ha suggerito l'esame della sedia
Coi sini.

*

Forma della sedia. — Già da molto tempo fu
proposto (') l'avvicinamento della sedia Corsini, per
quel che riguarda la sua sagoma, a forme di sedie
del mondo etrusco e di età arcaica, a sedie scolpite
nel sasso di tombe a camera ceretane e a sedie so-
stenenti il vaso canòpico, peculiari delle necropoli
chiusine.

Adduco l'elenco degli esemplari a me noti.
Pietra (Necropoli di Cerveteri):

1. Grotta prima della sedia. Canina, Etruria
marittima, I, t. LXV, 4-8; Dennis, op. cit., I,
pag. 239 seg.

2. Grotta seconda della sedia. Canina, op. cit.,
I, t. LXX; Dennis, op. cit.. I, pag. 275 seg.; Mi-
lani, op. cit., pag. 290 e pag. 312; Montelius, La
civilisation primitive en Italie, II. t. 343, 8.

dans les vallées du Po et du Danube, 1894, pag. 218 e seg.;
Hoernes, Urgeschichte der bildenden Kunst in Europa, 1898,
pag. 671 ; Daremberg e Saglio, Dictionn. des antiquités, lì,
fig. 2841 ; Ducati, in Monumenti antichi dei Lincei, XX, 1911,
pp. 663 e 691 ; Grenier, Bologne villanovienne et étrusque,
pag. 399 e segg. ; Reinach S., Répertoire de reliefs, III, pag. 224.

(') Dal Brami e dal Lanci nella seduta del 24 febbraio
1843 dell'Istituto di Corrispondenza archeologica; si veda Bul-
lettino dell"Instituto, 1843, pag. 67 e seg.; cfr. Dennis, The
cities and cemeteries of Etruria, I, pag. 240, n. 5.

20
 
Annotationen