Universitätsbibliothek HeidelbergUniversitätsbibliothek Heidelberg
Metadaten

Nibby, Antonio
Del Foro Romano, della Via Sacra, dell' Anfiteatro Flavio e de' luoghi adjacenti — Roma: Presso Vincenzo Poggioli Stampatore della R.C.A., 1819

DOI Page / Citation link: 
https://doi.org/10.11588/diglit.68865#0187
Overview
loading ...
Facsimile
0.5
1 cm
facsimile
Scroll
OCR fulltext
CAPO IL
Della Fia Sacra.
-Parlando del Foro Romano ho volato piena»
mente trattarne, perchè se ne possa avere una
idea più. chiàra che sia possibile, e perchè ogni
monumento di esso è assai celebre, e perchè final-
mente tali indiz) abbiamo negli antichi scrittori ,
ne’ruderi esistenti, e nella pianta capitolina, che
può epiasi con sicurezza determinarsi la posizione
della maggior parte di essi. Non così farò in av-
venire , ma mi limiterò solo alle nozioni generali
su i luoghi, e alle rovine esistenti ; sì perchè non.
abbiamo i fonti così sicuri, come nel Foro, sì an-
cora perchè Γ opera riuscirebbe di soverchio lun-
ga, e molti de’monumenti, de’quali più non re-
stano avanzi, forse non sono così importanti come
quelli del Foro; che se ve ne sarà alcuno, che sia
di molta importanza, e sul quale abbiamo suffi-
cienti notizie negli antichi scrittori, questo non
sarà da me totalmente omesso; ma cercherò per
quanto mi sarà lecito stabilirne la posizione .
La via Sacra, sebbene fosse una delle strade
più celebri, e più antiche di Roma, e da lei traes-
se nome la IV. Regione, pure non era circa la
sua origine così conosciuta, e gli antichi scritto-
ri , che ne trattano, non sono affatto di accordo.
Le due opinioni più communi erano , che essa fos-
se così denominata per il trattato di alleanza ivi
conchiuso fra Romulo , e Tazio (i), o perchè quel-
* 12.

(i) Dionisio lib. II. pag. Hi. Τίίυτα οροσαντ<:ζ και βωρους
wri τοις ορκ,οις (‘Jpuvaptyoi κάτλ pìfw ραλίστα thv καλού°
 
Annotationen