Venuti, Ridolfino
Accurata e succinta descrizione topografica delle antichità di Roma (Band 1) — Rom, 1803 [Cicognara, 3906-1]

Page: 51
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/venuti1803bd1/0116
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
-**r ""

Parte I. Capo II. li

ne nella sua sommità, ha ciascuna di circonferenza palmi 21
architettonici, Nel fregio dell'architrave si legge inciso a grandi Col. X.
lettere (1) :

DIVO ANTONINO. ET
DIVAE FAVSTINAE. EX . S. C. -

Le lettere dorate di metallo, che vi erano incastrate, so-
no state tolte ne' tempi meno culti, come le Statue rappre-
sentate col Tempio nelle monete tanto di Faustina, che ài
Antonino (2) . E' deplorabile ancora lo spoglio fattovi de* gran
pezzi di marmo Pario, che rivestivano l'ossatura che rimane
in ambe le facciate laterali di peperino, con avere levato i
pilastri, vedendosi solamente un capitello sopra il pilastro
scannellato nel sinistro fianco . Quel che di magnifico vi resta
si è l'architrave in ambe le facciate, il quale è composto di
pezzi immensi di marmo Pario bene scorniciato, ne'di cui
larghi fregj sono a maraviglia scolpiti quasi a tutto rilievo
grifi grandi , candelabri , e altri ornati . Da questo architra-
ve , e ossatura delle mura di peperino si vede, che questo
Tempio era di figura rettangola bislunga . Dentro del Portico
vi è in oggi la Chiesa di S, Lorenzo in Miranda.

CAPO SECONDO.



il



.«I

A

Vi



Del Foro Romano „

Entrandosi adesso nel Foro, come parte così importante ForoRoma-
per l'intelligenza dell'Istoria Romana, bisogna parlarne h0t
più diffusamente, e metterlo in maggior chiarezza, che non
hanno fatto altri sino adesso. La prima Roma quadrata di Ro-
molo averà avuto il suo Foro , come necessario ad ogni luo-
go abitato, nel Palatino; ma essendosi aggiunto il Campido-
glio, fu stabilito il Foro nella valle, che giace tra'medesimi ;
che si disse per antonomasia il Foro Romano . Fu prima di pic-
cola estensione, e proporzionata all'abitato, che poi andò cre-
scendo ; ma si conviene che il sito è molto certo, come lo di-
mostra Livio (3). Vitruvio dice (4) , che a differenza dei Fori

G 2 de'

(iN Jul. Capirol. Meruit et Flamicem , et plura D-Pii. fi^Vid. Angel. De Bie ctc. (f, Lib.
Circcnses, et Templum, et sodales Antonia- i, 1^4; Architet. lib. J.
b0| • Spattian. ia vie Anton. Cauc. ante Tem-

M



Su'

«

» i

I


loading ...