Venuti, Ridolfino
Accurata e succinta descrizione topografica delle antichità di Roma (Band 1) — Rom, 1803 [Cicognara, 3906-1]

Page: 76
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/venuti1803bd1/0143
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
(WHÉÉI

70 Antichità* dì Roma

per trattenimento di chi negoziava; altri erano Tempj, chiusi
con porte . Nei Foro vi fu una porta della Città detta Janua-
le , che poi, dilatate le mura di Roma, vi sarà stato eretto un
Tempietto di quel Dio, che nei tempi di pace si teneva ser-
rato, e nei tempi di guerra s'apriva (1) . Vogliono, che h
Statua di Giano fosse quella postavi da Romolo , e il Tempio
col tempo fu rifatto , e coperto di bronzo .

Altro Tempio di Giano fu fabbricato da Numa nell' Argi-
leto, come si dirà; che si vuole essere piuttosto quello, che
cbiudevasi in tempo di pace . Essendo il Tempio di Giano del
Foro vicino alla Porta Januale, e all'Acque Luteole, già ram-
mentate , fa vedere essere situato questo nostro Giano non mol-
to lungi , presso al lato Orientale del Foro .

Finalmente erano nel Foro la Statua di Silvano, le Eque-
stri di Cesare , e di Siila, le Colonne erette in onore di C.Me»
nio vincitore de'Popoli Latini, e di C.Duillio , e di Cesare, e
una colonna , che segnava le ore (2) . Delle Statue , che vi era-
no , è incredibile la quantità, onde potè bene stupire Costan-
zo (3) ; molte delle quali si leggono in Plinio (4) , e in altri
Scrittori; particolarmente le xi 1 Statue indorate de* Dei Con-
senti» ed altre, che per brevità tralascio. ,, Per avere a colpo
», d'occhio un'idea dell'antico Foro Romano, sarà molto adat-
>, ta la bella pianta del medesimo , che il celebre Cav. Già.
„ Battista Piranesi (5) dette alla luce,,.

CAPO TERZO'.

Monte Ca-
pitolino .

Dei Campidoglio.

Oramai tempo di salire nel Campidoglio , che procurerò de-
scrivere più minutamente , che mi sarà possibile . Si os-
serva questo Monte tra tutti gli altri di Roma famosissimo,
riguardare da Settentrione la moderna Città , dal Mezzogiorno
ì" antico Foro, e il Monte Palatino, di fiancoha il Quirinale ,
e dall'altro lato il Tevere. Il suo circuito è di passi 78? »e
sembra più lungo, che largo , con un piano nel mezzo tra le
due sommità , ove è la moderna Piazza de! Campidoglio . Ben-

F1

che si chiami tutto questo Monte Capitolino, si divise con tut-
to

(V Ved. Disse», dell' Àccni. di Cort. tom j" qoe magnitudine quae vix tcgcndo Jani si-

Procopio lo descrive per una Edicola, che mulacro'«ufficerei-. (») Plin. lib. J4. cap. f.

custodisse la statua di Giano : Sacellom illttd U) .Amm. Marcelli!*. (-0 Loc. cit. (jì Pita-

totumes aere constar, quanta forma, ta.- essi Ansie, di Rem. Tom. I.'fa». XLIII.

pAR

.; cht

)c partiste

■;«ar e Pia:
1 ;i Tevere, e

'• > r.gu

^° l riC(

WelSasso, che
it di Specchi,

iitfo '1 Pia,n0
,; è dì pala»
rl qui la Rupe

W.eil &»??
a irai sola din
•/e, e Sasso di
dìcolarmecte

it non mol
Io aedo comi
la Conce

-Campidogli
A Rocca. Per
::«, si saliva ali
i pan dosi i ce
"«Moneta;
%iW da e
rota,dove comi
■fri scalini ;
Ni die vi si (
dall'alto d

sta scala,
, scogli

tó Camrid

'■kìit Pl07s

' sgfcasgl> i y-gÉP-
loading ...