Archivio storico dell'arte — 2.Ser. 2.1896

Page: 132
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1896/0166
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
132

Lo chamino de preda.

Lo volto sotto.

Lo salexado.

Uno usso che va al snech.

Balchoni usi spere.

Lo chamarin acosto al torion apresso la dita saleta.1

Snidiar e depenzerlo.

Conzar lo necessario et darge lo sboro.

Salexa balchoni usi e spere.

In lo andito dela sala ale stantie del signor et saleta. 2

Lo suo salexado.

* Lo sofita honorevole. 3

Lo parapeto della scala de sotto.

Serar de muro lo cantori dal torion ala sala et
con lo suo uso et finestra.

Lo suo frixo soto la sofita. (Esiste tuttavia).

Balchoni usi e spere.

In la stua dele stantie del Signore.i

* Compier lo sofitado.

Compir dele armadure de ligname.

Fornelo con li ornamenti de dentro et de fora
de fero.

* Usi balchoni et spere.

Camera contingua del prelibato Signor.5

* Usi uno ala stua dela libraria. 6

si fece incoronare a Bologna dal papa Clemente YII,
prima, ai 22, colla corona longobarda, poi, ai 24, con
quella dell'impero, Bernardo Clesio vi assistette in qua-
lità d'ambasciatore del re Ferdinando d'Austria presso
il papa e l'imperatore. Si era recato a Bologna con uno
splendido corteggio di nobili tirolesi e trentini e vi
aveva fatto il suo ingresso con grande pompa. « L'in-
segne di costoro furono poi nel palazzo, fabbricato con-
tiguo al castello episcopale, con lungo ordine dipinte.
(G. P. Piscio Mantovano, Annali di Trento, pag. 329).
Fu accolto da ambo i sovrani con grandi onori ed elevato
agli 8 di marzo alla dignità di cardinale. Poco dopò,
ai 19 d'aprile, accolse l'imperatore al castello di Trento
e lo trattò per 8 giorni con reale magnificenza. (Yedi
Memorie storiche della città e del territorio di Trento,
del conte Francesco Yigilo Barbacori. Trento, 1821,
pag. 104).

1 Yedi la pianta del 2° piano del Castel nuovo, n. 12.

2 Vedi la pianta del 2° piano del Castel nuovo, n. 13.

3 Difatti è uno dei più belli e meglio conservati nel
Castello.

4 Yedi la pianta del 2° piano, n. 14.

5 Pianta del 2° piano, n. 15. Presentemente la pa-
rete che divideva queste due stanze, n. 14 e 15, le quali
hanno soffitti diversi, non esiste più.

6 Pianta del 2° piano, n. 16.

* Compir lo camino.

Le Arme in lo sofita.

* Frixo depento.

Salexa over rizol (pavimento a smalto) come
voi Sua Signoria.

Usi finestre spere.

Littera.

La Guarda camera. 1

Lo salexado.

Solitaria.

Lo suo frixo depento.

* Lo necessario.

Usi uno.

Chamarin sopra lo coridor della centa.2

Ussi uno.

Salexado.

Sufittado.

Scaletta.

Lo frixo.

Balchoni spere.

Landito che va ala libraria. 3

* Alzar lo muro dela tramezaia dela libraria.

* Et quelo che trameza la stua dela libraria.

* Lo Balchon.

Lo salexado.

Sofitado.

Depento.

Ussi.

La stua apresso la libraria.4

Sofitarla salexarla et armarla juxta la volunta
del Signor.

Compir et meter in opera.

Usi balchoni spere.

Fornelo con li soi fornimenti.

La telara (l'intelaiatura) osia uso che vien dal
snech.

Libraria.5

Compier de meter in opera lo sofitta.

Compir lo frixo.

Snidiarla fina in terra.

* Compir lo balchon che è verso la centa.

1 Yedi pianta del 2° piano, n. 17.

2 Yedi pianta del 2° piano, n. 1.

3 Pianta del 2° piano, n. 18.

4 Yedi pianta del 2° piano, n. 16.

5 Pianta del 2° piano, n. 5.

#
loading ...