Vitruvius; Galiani, Berardo [Transl.]
L' Architettura Di M. Vitruvio Pollione — Napoli, 1758 [Cicognara, 733]

Page: 125
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/vitruvius1758/0165
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
LIBRO IH. 125
ga questa linea visuale, che giunge alla parte superiore, tanto più fa~CAp~isf
pina sembra 1’ immagine. Ma se, come abbiam detto poc anzi , si fa-
rà piegata verso la fronte, così parrà stare a piombo, e a squadra.
Le strie, o sieno canali delle colonne,hanno ad esse re ventiquat- Tav.xl
tro, e incavati in modo, che applicando la squadra per entro la sca-
palatura, girandosi tocchi colle due gambe l’estremità del canale a de-
lira, ed a sinistra,e colla punta la concavità del canale1. La grolsez- 1
za de’pianuzzi2 ha da essere eguale all’ aggiunta , o sia gonfiezza, che si 2
fa al mezzo della colonna .
Nelle gole, che sono sopra i gocciolato) a’ fianchi3de’ Tempj,si 3
hanno a scolpire delle tede di leoni, distribuite in modo, che primie-
ramente ne vengano alcune a dirittura sopta ogni colonna, e le altre
in eguali distanze fra loro, in modo che corrispondano alle docce di
mezzo. Quelle, che si faranno sopra le colonne, sieno bucate a forma
di doccia, che riceve l’acqua piovana da’tetti : ma quelle di mezzo sien
chiuse, acciocché la copia dell’ acqua, che da’tegoli cola nelle docce,
non venga giù tra l’una colonna, e l’altra, nè bagni chi palla: ed all’
incontro quelle teste , che sono sopra le colonne , parrà che vomitino
acqua dalla bocca. In quello libro ho descritto, quanto meglio ho
potuto, le proporzioni de’tempj Joniciinel seguente tratterò delle pro-
porzioni Doriche, e delle Corintie.

Qui si dice , che la larghezza del pianuzzo
deve esser uguale all’aggiunta , o sia entafi, che
si fa nel ventre delle colonne : nella fine del
precedente capitolo a. all’ incontro ha detto ,
che la gonfiezza delle colonne ricavava!! dal-
la figura da lui data , la quale essendosi per-

duta lascia ora a noi dubbia la grandezza dell’
entasi,e quella de’pianuzzi. Vedi n. 2. face, i io.
(3) Dice a’ fianchi , perchè figurando quelle
tesle leonine le bocche , onde cola 1 acqua da
tetti, non hanno perciò luogo ne frontespizj , ma
ne’ fianchi (blamente, ove fanno gronda i tetti.

FINE DEL LIBRO TERZO,
loading ...