Archivio storico dell'arte — 2.Ser. 2.1896

Page: 140
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1896/0174
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
140

Deli fornelj.

Mandar la mostra osia forma delle piastre di
fornelj a queli due maistri che ha promexo dela
vai de sol. 1

Deli maistri di fornelj.

Veder quelo che queli maistri hano facto et
veder quelo ano recevuto e saldar e veder juxta
la mostra e sorte di fornelj far li merchati.

Deli Tislari.

Veder quelo lor hano recevuto e quelo ano facto
et sei se poi veder li lavorerj quasi compidi veder
de saldar con loro et farli meter in opera.

Delle littere.

* Che sua Signoria dechiara la sorte dele littere
e cariole e dove se habia a meter la sorte in le
camare.

* Item parlar con m° Zuan tislar et con lo ma-
rangon Vinitian et m. doxo et ne informerà delo
suo parer e poij conferir con sua Signoria.

De m" Adamo marangon.

* Veder lo suo mercha e chel voia expedir fina
a nadal et veder sei voi tor altri lavorerj et far
mercha.

Item strachorer la fabricha et veder quelo resta
a far de lignamj et proveder de maistri che li fatia.

Laste di coridorj.

Veder con m. Marcito Antonio fatia le laste di
coridorj far provisione de quadrelj et tavoletj da
meter soto li Copi.

Vedriate.

Veder le vedriate facte et saldar con lo vedriar
et quele che mancha far far le telare et chel fazia
lo vedriar subito.

Seraduraro.

Veder quelo ha fatto et ha in le mane et poij
quele che mancha far chel fazia over far provision
cun altrj.

So maxi.

* Chel Signor determinia la sorte deli salexati
et dove de sorte in sorte li luoghi dove li voia.

Tornarj.

* Che Sua Signoria dechiara sei voi le roxe co-
piose dor et in que logo over sei voi remeter adii
depintorj.

1 Nella Aral di Non e l'attigua Yal di Sol si fabbri-

cavano allora bellissimi fornelli di majolica policroma.

Zeloxie.

Quele che vano discoverte siano de fero quele
vano coverte siano de legnio depente over non.

Del necessario che serve ale stantie sotto lo tetto.

Certo andara una granda spesa a farlo et ma-
xime esser alto et farlo vadia baso come he quelo
in la stueta et he spesa grandissima.

Dela fontana.

Far chel maistro eia Ispruch 1 fatia li canonj
che pasia la intrada dela gesia et portia dopio
aqua de queli ha fatto e che m. Tomaxo ge voia
scriver e darge le misure deli canonj dele fontane.

Del orto.

* Chel Signor determinia come se afar e de que
sorte arborj sege habia ameter et in que logo sa
a meter le fontane una via da laltra et come sa
apartir et divider lorto.

Armonj 3 sa afar.

*Che Sua Signoria debia dar li epitavi deli ar-
monj vz. uno ala porta laltro soto lo armon del
torion dela porta, et uno osia doij al armon in
Chavo la centa sora lo torion.

Chandelerj.

*Li Chandelerj dela sala et saleta de que sorte
li vole et dove vole se habinno a far sua Signoria
determinj.

Arme.

*Sua Signoria voia determinar quante Armo
vole sia fato del Papa e del Imperator e de Re
e do que sorte e dove se habia a meter.

Sumario de luto quelo che fazilmente se posia
opperar sia fatto in la fabricha del R'"° et III"10 Si-
gnor nro Cardinal et epo eli trento de qui per fina
mezo marzo 1532 et pa. 2

Se habiano a far le telare doveche manchano.

Item le spere che se hano a fare oltra quele
sono facte.

Item le feriade de ogni altri balchonj et fornelj.

Item li ussi, balchoni, littere scagni.

1 Cioè Stephan Godi.

2 Questo sommario è un riassunto più breve di quello
del 12 novembre 1531, pubblicato più sopra. Il con-
fronto fra i due documenti consimili serve a rischiarare
vari punti riguardo all'identificazione delle diverse loca-
lità mentovate, e perciò abbiamo creduto utile renderli
ambedue per intiero alla luce.
loading ...