Tasso, Torquato
La Gerusalemme liberata — Venedig, 1745

Page: 306
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/fwhb/tasso1745/0312
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
C <si N T 0

II.
Sia dal Cielo il principio 5 invoca avanti
Nelle preghiere pubbliche, e devote
La milizia degli Angioli, e de' Santi,
Che ne impetri vittoria ella che puote.
Preceda il Clero in sacre vesti, e canti
Con pietosa armonia supplici note:
E da voi duci gloriosi, e magni
Pietate il vulgo apprenda , e v' accompagni
in.
Cosi gli parla il rigido Romito:
E '1 buon Goffredo il saggio avviso approva
Servo, risponde, di Gesù gradito,
Il tuo consiglio di seguir mi giova.
Or mentre i duci a venir meco invito,
Tu i Pastori de' popoli ritrova
Guglielmo, ed Ademaro : e vostra lìa
La cura della pompa sacra e pia.
iv.
Nel seguente mattino il Vecchio accoglie
Co' duo gran sacerdoti altri minori,
Ov'entro al vallo tra sacrate soglie
Soleansi celebrar divini onori.
Quivi gli altri vestir candide spoglie:
Vestir dorato ammanto i duo Pastori :
Che bipartito sovra i bianchi lini
S'affibbia al petto, e incoronare i crini.
v.
Va Pietro solo innanzi, e spiega al vento
Il segno riverito in Paradiso :
E segue il coro a passo grave e lento,
In duo lunghissimi ordini diviso.
Alternando facean doppio concento
In supplichevol canto, e in umil viso.
E chiudendo le schiere ivano a paro
I Principi Guglielmo, ed Ademaro.
loading ...