Vignola; Danti, Egnazio [Comm.]
Le Dve Regole Della Prospettiva Pratica Di M. Iacomo Barozzi Da Vignola — Rom, 1611 [Cicognara, 810B]

Page: X
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/vignola1611/0169
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
\ 1
\

TAVOLA.

Termini della Prosoettiua sono cinque, & Iordichia^
tatione £4 Veder bene solo d'appressb,o solo da lontano, òPvno
Tempio di Nettunnoà porto d'Ostia', & suodisse- & l'altro insieme,da che nasea. ij
gno. Si Visione si fà riceuendo nell'occhio l'imagine delle
Tiburtio Passerotti Pittore & disègnatorc eccellen- cose. li
te. • 97 Visione perfetta si fa nel centro dell'humor cristal-
Tommaso Lauretti Siciliano Prospettiuo eccellenti^- lino. 30
simo. 70.87,92.39.96 Visione squisita si fa nel muouere & girar l'occhio. 30
Triangolo equilatero èpiubasso,chenon è lungovno
desuoilati, 4*
ANNOTA TIONE.
Si auuertifce, che quando si vuole studiare vn capitolo di quelle Rego-
le , la prima cola si douerebbe dilègnare la figura in vn foglio,si come stà
nella stampa,acció che volgendosila carta si possà commodamente riseó-
trare le lettere della figura,& del commento.
Nella figura della prop. 2 2. tirisi vna linea dal punto C, al punto F,&
quella dimostratione sèruiràad ogni figura rettilinea, potendoli tutte ri-
durre in triangoli.

IL FIN E.
loading ...