Canina, Luigi
L' antica Etruria marittima: compressa nella dizione pontificia descritta ed illustrata con i monumenti (Text 2) — Rom, 1849

Page: 58
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/canina1849text2/0058
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
58 ETRURIA MARITTIMA

. TOMBA DEL FONDO QUERCIOLA. La prima tomba, che si è presa ad indicare
nella surriferita esposizione topografica della necropoli tarquiniense, è quella esistente
nel fondo Querciola, perciò distinta con tale nome, e che pure viene denotata col ti-
tolo della Caccia del Cignale per una parte delle sue pitture che offre una tale rappre-
sentanza. Essa è unicamente importante per i dipinti che si rinvennero sulle pareti della
cella sepolcrale, i quali, avanti che andassero interamente a deperire, furono con gran-
de cura ritratti alla grandezza degli originali e descritti con sommo studio ed erudi-
zione. Sono essi esposti nella Tav. LXXX, a norma di quanto fu rinvenuto nella scoperta
che ebbe luogo nell'anno 1831; e si vedono essere stati ripartiti in due distinti ordini
che girano su tutte le quattro pareti; cioè l'uno superiore composto con figure alte
circa due terzi del vero, e l'altro inferiore con figure più piccole. Poscia vi è aggiun-
to un terzo ordine nei due lati minori per quanto è determinato dal rialzamento del
soffitto, in cui sono poste figure anche di minori dimensioni. Nell'ordine superiore delle
figure principali si riconosce chiaramente essersi rappresentato un grande convito fune-
bre corredato di tutta quella pompa che era propria di una tale solennità. Oltre a tre
coppie di commensali, due delle quali appariscono nel lato minore d'incontro alla porta
d'ingresso di molto danneggiate e l'altra nel principio del lato destro, si vedono rap-
presentate figure danzanti, altre che suonano ed altre occupate al servizio della mensa,
come si soleva praticare nei più nobili conviti. E quindi sopra la detta porta vedesi un
guerriero in atto di salire sulla biga per evidentemente dar cominciamento ad una corsa.
Tutte le dette figure sono importantissime, non tanto per le attribuzioni parziali della
suddetta pompa funebre, quanto per i loro costumi ; perchè servono mirabilmente a
determinare l'uso del vestire degli etruschi, come già ne abbiamo tolto motivo per
appropriare ai medesimi usi alcuni oggetti rinvenuti nella tomba principale dei ceriti
illustrata nel precedente partimento. Nell'ordine inferiore vedesi poi esposta principalmente
una grande caccia con uomini a piedi ed a cavallo; e tra gli animali, presi ad uccidere,
apparendo in modo più palese un cignale, si volle perciò indicare questa tomba con il
titolo di Caccia del cignale. Nei due frontoncini, corrispondenti sopra i due Iati minori,
vedonsi figure di guerrieri, di cavalli e di fiere senza alcuna decisa rappresentanza. I colori
impiegati sulle stesse pitture sono, oltre il bianco ed il nero, il verde, il giallo, il rosso
ed il turchino in tutto il loro maggiore vigore, come si solevano praticare nelle più anti-
che pitture (1).

TOMBA DEL FONDO MARZI. Nella stessa epoca, in cui fu discoperta la precedente
tomba, fu rinvenuta quella distinta con l'enunciato titolo dal nome del proprietario in cui
esiste, la quale anche si volle denominare del Triclinio per la rappresentanza espressa nelle

(1) La tomba, denominata comunemente Querciola, fu scoperta nel mese di aprile dell'anno 1831 dal cav. Manzi e Fossati.
Questa scoperta fu annunciata nel Bulletlino dell'Istituto archeologico dell'anno 1830 pag. 231 e dell'anno 1831 pag. 81. Quindi
fu ampiamente illustrata dallo stesso cav. Manzi e Fossati, ma più ancora dal professore cav. Gerhard negli Annali dell'anno 1831
pag. 312 e seguenti. Le pitture stesse, per essersene conservata copia nel Museo Etrusco del Vaticano, si compresero nella grande
opera intitolata il Museo Etrusco Gregoriano Tom. I Tav. CIV. Quindi altre descrizioni si trovano esposte tanto nella descrizione
dei sepolcri dell'Etruria della Signora Hamilton Gray, quanto nell'articolo su Tarquinia della recente opera di Giorgio Dennis
sulle città e cimiteri dell'Etruria.
loading ...