Serradifalco, Domenico LoFaso Pietrasanta di
Le antichità della Sicilia (Band 5): Antichità di Catana — Palermo, 1842

Page: 60
Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/serradifalco1842bd5/0063
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
MhBHHK0hHHBHHHSH»HhEImHBkBE

PARTE OTTAVA



MONUMENTI DI SOLUNTO.

Porgeva l'antica città sovra un piano ineguale sensibilmente inclinato
verso mezzodì ed occidente, dov'era certamente una delle sue porte, di
che ci apprestan sicuro argomento quelle due strade, che movendo
l'una da Panormo, e l'altra da Terme vengono a metter capo in
quel punto. Formavano esse parte di quella via Valeria, la quale,
siccome leggesi negli Itinerari, stendevasi dal Lilibeo fino a Messa-
na, e i pochi tratti che ancor ne rimangono, mostrano come al par
della via Appia, ella fosse lastricata di pietre poligone irregolari.
Un muro di grossi macigni squadrati, del quale scorgonsi tuttavia
alcuni avanzi verso settentrione e ponente, alzavasi a difesa della
città, in quei luoghi ove più facile ne era l'accesso; ed il terreno
che ne formava l'ambito, per l'estensione di quasi due miglia sici-
liane, vedesi tutto cosperso di capitelli, di architravi e d'infinite
macerie, in mezzo alle quali scorgesi, a quando a quando, qualche
rimaso delle fondamenta delle antiche fabbriche, ma sì guasto e sfi-
gurato, da non potersene trarre alcun costrutto.
loading ...