Vignola; Danti, Egnazio [Comm.]
Le Dve Regole Della Prospettiva Pratica Di M. Iacomo Barozzi Da Vignola — Rom, 1611 [Cicognara, 810B]

Page: 55
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/vignola1611/0069
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
CO'L COMM. DI M. E G NATIO DANTI. 55
.mnoucrsi punto ; & che non sia po/Iibile operare in quell'arte con due punti orizontali posi I.ìieJ mede-
simo piano : al che non contradice quello che di (opra si è detto , che le parallele de'quadri fuori ai
linea vanno tutte à i loro punti particolari nella linea orizontale, auuenga che qui s'intende, che non
si polla operare senon con vn punto principale, al quale vanno tutte le linee parallele principali, Co-
rnell è detto alladefinitione decima; & l'operare con due punti altro nó vuol dire.che chi faceiTe ver-
bi grana vna colonna, mandalse le linee del capitello à vn punto, & quelle «iella basa ad vn'altro; che
è cosa absurdissima,& contraria totalmente à quello che uediamo tuttauia operarsi dalla Natura istes
sa. Ma da che nasea , che contorcendo, ò solleuando con il dico un occhio, quello che è uno, ci pa-
ia due, li è già detto nella sella suppòsitione-..
In che confìtta il sondamento della Protpettiua , & che cofa ella sì(L-* .
Cap. Ili,
IL principale fondamento di questa prima regola non e altro, che vnasettionc Ar.n.l.
di linee, come si vede che le linee che si partono da gl'angoli dell'ottangolo,
vanno alla viltà dell'huomo vnite in vnsol punto, & doue vengono tagliate iu
la parete, formano vn'ottangolo in Prospettiua . Et perche la Prospertiua non vie-
ne à dir altro, se non vna cosa villa, ò più appressò, ò più lontano ; & volendo di-
pingere cose tali, conuieneche siano finte di là dalla parete, ò più, ò manco , come
pare all'operatore, come qui per l'ottangolo detto, che moltra essere di ià'dalia pare
te quanto è da B, & C, perche C, mostra esser la parete, & B, il principio deiloaan-
golo, & la distanza sarà C, D. Et per non esser questa presente figura per altro, cnj
per mpstrare ìlnascimento di questa regola ,sia detto àbastanza del suo effetto.


ANNOTATIONE PRIMA.
Il principale sonìammto diquesl* prima, rego/a,&c.) L'autore con questa prima fi?ura;&con le
parole di questo terzo capitolo,!! è talmente lasciato intendercene poco altro ci occorredire . ma
con tutto ciò esfondo il capitolo di grandissìma importanza, per metterci auanti gl'occhi l'origine
<ii cucca l'Arce» non sard inutile il farui sopra qualche consideracione,auuercendo primieramente »
c he
loading ...