Inghirami, Francesco [Editor]
Galleria Omerica o raccolta di Monumenti antichi (Band 1) — [S.l.], 1831

Page: 1
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/inghirami1831bd1/0031
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
«paso

31

:. E

ANTICHI

MONUMENTI OMERICI

TAVOLA L

>oiio indubitatamente ideali i ritratti d' Omero
ai quali è stato dato per convenzione un tal nome,
nel modo stesso che altre teste parimente ideali si no-
minarono Venere, Giove e simili, senza che siano mai
stati ritratti veri d! personaggi con tal nome esistiti.

Una sola prova che, omesse anche le altre, serve a
dar peso a tal congettura, è la varietà de'ritratti ome-
rici che s'incontra in marmi, in gemme ed in bronzi-,
le cui epigrafi attestano che il ritratto appella ad Ome-
ro, e frattanto i delineamenti di quei volti notabil-
mente diversificano 1 uno dall'altro»

Il busto di marmo che in questa prima Tavola ve-
desi esposto è uno di tali ritratti d' Omeroj ed è
ripetizione antica di quello che una volta era celebre
tra i marmi farnesiani, e che ora si ammira nella do-
viziosa collezione di monumenti d'arte, nota col no-
me di museo Borbonico in Napoli. Il Visconti che lo
riporta % ne parla come d'uno dei più conosciuti ri-
tratti di Omero, che abbiano avuto gli antichi.

E se vogliamo supporre che al principiare delle

^ Iconografìa greca. Yol. 1^ tay. ^
loading ...