Inghirami, Francesco [Editor]
Galleria Omerica o raccolta di Monumenti antichi (Band 1) — [S.l.], 1831

Page: 112
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/inghirami1831bd1/0193
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
112

mennone tra quelli che vede (v. 190 ). Chi Ulisse
( v. 202 ) che Antenore si rammenta d' aver rU
cevuto in ospizio (v. 226), e chi Aiace (v. 235).
Elena si duole di non vi ravvisare i suoi fratelli
Dioscuri, come desiderava ( v. 244 )• Priamo chia-
mato dall' araldo all' esercito, vi si porta con
Antenore ( v. 263 ), e fatto il sacrifizio si sta-
bilisce il patto di combattere ( v. 3x3). Paride
soccombente nella pugna se ne sottrae ritirandosi
in casa ( v. 382 ). Menelao vincitore chiede che i
Troiani adempiano il patto convenuto della pugna»

TEOCRAZIA OMERICA

DEL III LIBRO

DELLA ILIADE

l

ride sotto le sembianze di Laodice informa E-
lena della pugna tra Menelao e Paride ( v. 121-
139 ). Venere sottrae Paride dalla preponderan-
za pericolosa di Menelao , e lo conduce illeso a
casa, quantunque vinto nel contrasto coli3 avversa'
rio (v. 373-383 ). Quindi Fenere stessa conduce
Elena sdegnata a Paride, e la riconcilia con lui
(v. 38H48).
loading ...