Inghirami, Francesco [Editor]
Galleria Omerica o raccolta di Monumenti antichi (Band 1) — [S.l.], 1831

Page: 155
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/inghirami1831bd1/0264
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
(%

VDE.

ftt,j

«wi fottuti!:

timi /iq8i

i fieno pongor,
ha, e /ormano
ima. fetore pr

irger votineilr
ito mentre le !r.
ttenaWo il r
::are l'impeto*
parte ii «si I
o per mmi
', vtnirc i
\t iudevù
'a r cripto- ■
inno di «f*

untai

indoo'ùM^
! digrtiM"-
do corniti
no intimtfokz

i55

guirù nel tempio di Minerva ( v. 31 a ). Quindi
Ettore portatosi al cospetto di Paride, lo rimpro-
vera perche stia neghittoso in casa, e V esorta a
tornar nuovamente ali3 esercito ( v. 369 ). Ettore
intanto cerca della consorte Andromaca? e senten-
do ch'erosi portata alle mura verso la porta Scea,
gli va incontro, e la trova col fanciullo Astianat-
te ( v. 4°4 )• Ella supplica il consorte perche prov
veda alla propria salvezza, al che V eroe rispon*
de con sentimenti magnanimi (v. 4^5. %fa voti per
la felicità del fanciullo ( v. 48 2« ) > consola [con
blande parole la moglie ( v. 5o2.), e finalmente
parte dalla città insieme con Paride, che in quel
frattempo si era indossate le armi per andare a
combattere*

TEOCRAZIA OMERICA

DEL VI LIBRO

DELLA ILIADE

I

n tutto questo libro, eh'è una delle più eccellenti
parti dell' intiero poema, non si fa cadere il mi-
nistero degli Dei, ne V intervento loro in veruna
delle narrate azioni di guerra*, poiché si erano
essi ritirati dal combattimento (v. 1, e sq.).
loading ...