Inghirami, Francesco [Editor]
Galleria Omerica o raccolta di Monumenti antichi (Band 1) — [S.l.], 1831

Page: 45
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/inghirami1831bd1/0088
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
ARGOMENTO

DELLAILIADE

LIBRO I.

i

nvocata la Musa (y. i), ed esposto l'argomento
del poema, (V. 1-7) come dipoi fu in ogni aitilo com-
ponimento epico praticatOt narra Omero il motivo
della discordia tra Agamennone discendente da
Atreo e capo di tutta l'armata greca, ed Achille il
più gran campione di essa. JVon era gran tempo che
da Achille postasi a sacco Tebe città d3 Eezione, e
divise le spoglie tra i Greci, sì destinò ad Aga~
mennone la figlia d'un sacerdote d' Apollo per
nome Grise, il quale dolente di tal perdita si
porta al campo de Greci con ricchi doni , per re-
dimer la figlia; ma l Atride di ciò sdegnato lo
rigetta, con aspri modi insultandolo (V. 25). Qf~
feso il sacerdote da tale affronto, prega il suo
Apollo di vendicarlo (y. 43). H nume lo ascolta,
e diffonde la peste nel campo dei Greci (y. 54)*
Non pensando frattanto Agamennone, consapevole
del delitto, ad espiarlo o placare V offesa divini'
tà , finalmente nel decimo giorno da che la pe-
ne faceva strage dei Greci , Achille chiama i
savi dell' armata a conclone perchè sìa proposto
loading ...