Memorie della Regale Accademia Ercolanese di Archeologia — 2.1833

Page: 267
DOI issue: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/memacercolanese1833/0279
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
ANNOTAZIONE

A ìju A

MEMORIA PRECEDENTE

LETTA

ALL' ACCADEMIA DALL' AUTORE
Nella tornala del 1.° Marzo 182^.

\l lungo tempo frapposto dalla lettura alla pubblicazione delle mie
osservazioni sul dipinto Pompcjano, nel quale il Signor Jannelli ha
ravvisalo espresse le nozze di Zefiro e di Flora, ha fatto sì che prima
ancora di darsi esse al pubblico siensi emessi taluni giudizii sulla con-
gbicttura da me proposta, e della quale aveva io slesso dato breve
cenno nel Real Museo Borbonico (1), ed altri avevan pure parlalo. Tra
gli scritti da me conosciuti, in cui si è ragionalo della mia conghiet-
tura , alcuno sicuramente non esige maggiore attenzione che il primo
fascicolo della splendida opera del Signor Raoul-Rochelte intitolata
Monumens inédits, nella quale pubblicando egli la pittura pompeiana,
e credendo ravvisarvi espresso Marte e Rea Silvia, fa diverse obbiezioni
alle spiegazioni proposte da altri, e fra queste anche a quella del Sig.
Jannelli, seguita da me presso che in ogni sua parte (2). Già il Signor
Jannelli ha risposto al Signor Raoul-Rochellc in una dotta memoria,
che verrà inserita ne'nostri atti accademici. E sebbene in taluni punti
di questa discussione io seguirei per avventura un modo di ragionare
alquanto diverso da quello che ha adoItalo il Signor Jannelli, pure

(1) Voi. IV tav. 2.
(1) Pag. 5G e segg.
loading ...