Bartoli, Alfonso
I monumenti antichi di Roma nei disegni degli Uffizi di Firenze (Band 6): Descrizione dei disegni — Roma, 1923

Page: 141
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/bartoli1923bd6/0146
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
(GrovANNi Antonio Dosio)

(Giovanni Antonio Dosio)

— 141 —

rovescia sotto alla gola grande d\c\l fro\n\te-
sfiitio.

/ a-rchitraue a di sporto Za quarta parte della si/a
a/tezza „ - Trabeazione e timpano.

2) “ capiteZ/o d\e\i passato Te\m\pio „ - Schema
del capitello delle colonne.

3) “ Pianta d\e\i capitello della Colonna angolare
d\e\i Tempio passato ,, - Proiezione del capitello della
colonna d’ angolo.

4) Imoscapo, base, plinto e zoccolo delle colonne.

5) Schema di tutto l’ordine.

Tecnica: penna riga e compasso.

Alt. 440- Largh. 580.

Carta bianca.

BibliogrÀfia. - Ferri, 195 e 200. Fiechter, Jonische Tempel, 222.

Arch. 2009. Lav. CCCCLIV, figv 834- e 835.

Tempio di Minerva:

1-2 ) “ Misure dei Portico Nel Foro di Nerva d' or-
dine Corinto „.

“ Dietro a s\an\to Adriano p\er\ la strada che
ua a\i\ Mo\n\ti doue sipassa sott’ un Arco di Pe-
perigno incrostato di ntarrni s arriua nel luogo doue
s ajferma essere un portico dei Foro di Nerua p\et\
la iscritione che ui si legge posta sopra ad alcune
Coiohne nei spatio che occt/pa il fregio co\n\ Tarchi-
traue neila parte dinanzi come si raprese\ n jta p\ er |
ii disegnio insieme co\ n | la pianta e suo diritio mi-
surata co\n\ ii piede soiito partito in 16 dita „ - Pro-
spetto e pianta del pronao. Sul fregio e architrave la
iscrizione mutila CIL. VI, 953 :

IMP •NERVAE CAESAR
TRIR POTEST II IMP

3-4) “ Disegno del/a basa Corintha- del portico di
nerua fu scauato iì terreno p\er\ ritrouarla e misu-
rata con diligentia.

ei capitello qui di sopra e dei medesimo edefitio
e p\ er\ essere assai consumato no\n\ sz posseite ha-
uere aicuna misura de sua sporti ma soio / altezza
dei tntto e della prima e sec.onda fogiia come meglio
si dimostra nel disegnio che segue del piiastro e del
cornicione che risalta „ - Capitello e base.

Aroh. 2009. Tav. CCCCLV, fig. 836 e 837.

Seguito dello stesso soggetto:

1-2) “ Disegnio del piiastro et dei Cornicione che
risalta causato dalla dimmutione che fa ia colon\ n \a

da capo come ancora si uede il medesimo ejfetto fare
nei portico deiia Ritonda.

ei pilastro di detto portico di nerua ha p\ er \ cia-
schuna jaccia sette stme e gli angoii si convertono
in u\n | bastone come si dimostra neiia prese\n\te
parte di pia\n\ta „ - Disegno della trabeazione, che
risalta sopra al capitello dell’anta. Schema delle sca-
nalature dell’ anta.

3-5) “ La fiura seg\na\ta B raprese\n\ta ia parte
del disotto de i architraue che è fra i una e i aitra
colonna ai pcrtico di nerua.

ancora s e disegnato in ei medesimo luogo il fu-
sto deiia colonna co\n\ Za sua. diminuitione co\n\ pamte
della medesima i\n\ maggior forma cioe dallimoscapo
co\n\ la sua apofige e Hstello co\n | ii suo tondino ie
colonne hanno ue\n\tiquadro strie larghe l una d\ ita |
7 ) el pianuzzo fra l una e 1 altra e dita 2 e come
si uede nei prese\n |te disegnio seg[ na\to • A ' „ - Se-
zione assonometrica del fregio e architravc. Schema
del fusto della colonna. Parte inferiore del fusto della
colonna.

Tecnica: penna e acquarello, riga e compasso.

Alt. 440 - ì.argh. 580.

Carta bianca.

Bibliografia. - Ferri, 116. Hulsen, Lavori del Dosio, 55 e 63.

Arcii. 2008. Tav. CCCCLVI, fig. 838 e 839.

Tempio di Antonino e Faustina:

2) Disegno di. restituzione, errata, dell’esterno del
Tempio. Con l’iscrizione CIL. VI, 1005, non esatta-
mente trascritta :

DIVO • ANTÒNINO • ET • DIVAE
FAVSTINAE • EX • S ■ C •

1) Profilo della cornice di fascia decorante l’esterno
dei lati della cella.

3) “ Pianta dei Tempio di faustina come oggi sta
no\ n | ci facendo el nmro della ceila ne altre coionne
nei portico p\er\ no[n\ se ne uedere uestigio alcuno.

ei detto Tempio è di lanoro Corintio et è essastilo
cioe di sei coionne in faccia et picnostiio percioche
il uano ii quaie è tra ogni due colonne è una gros-
sezza e mezzo di coion\n\a eccetto il uano del mezzo
che è largo piedi otto e mezzo.

Per i un uerso e altrettanto più che pe\ r \ l altro
laonde ne segue che la iunghezza di dentro di tutto
ii Tempio co\ n\ la larghezza uenga ad essere in pro-
porzion doppia per di dentro il uano, essendo di fziora
meno di dua [ ] (intendi : quadrati) ia quarta parte
della fronte come si potra co\ n\ le sue misure mtro-
uare „. - Pianta della cella e del pronao.

36
loading ...