L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 3.1900

Page: 374
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1900/0419
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
LA PITTURA PARMIGIANA

NEL SECOLO XV

Nella cronaca modenese
dello Spaccini 1 è parola di An-
drea Campani eccellente mae-
stro d'intagli, che dal Tira-
boschi 2 fu supposto pittore,
perchè altri suoi pari adopra-
rono la raspa e il pennello, ed
anche perchè parve necessario
a quello storiografo di indicar
qualche nome a schiarimento
di quanto scrisse il Vasari circa
le opere di sconosciuti maestri
modenesi. L'associazione delle
parole dello Spaccini e del Va-
sari era assai strana, e il Tira-
boschi, per farla, dovette ra-
gionare così : il Vasari parla
di belle tavole dipinte da mae-
stri modenesi, a mezzo il Quat-
trocento, neh1'aitar maggiore di
San Domenico e nelle cappelle
di questa chiesa in Modena.
Ora, il passo del Vasari fu ri-
portato dal Vedriani 3 con la
ag'giunta seguente : che la ta-
vola da quello ammirata in
San Domenico non si trovava
più sull'altar maggiore, bensì
nel coro della chiesa ; e che
altre tavole d'una cappella rap-
presentavano i Santi Tommaso,

Fig. i - Jacopo Loschi. Il Crocifisso parla a San Pietro martire Pietr° Martire e Vincenzo Fer-

Pinacoteca di Parma reri> inquadrate tutte delle at-

tionr e miracoli suoi. Quindi

trovandosi a Colorno, « presso S. A. R. l'Infante Duca di Parma », alcune tavole in legno

1 Cronaca manoscritta nell'Archivio municipale di Modena, 1786.

Modena. 3 Raccolta de'pittori, scultori et architetti moderni

2 Notizie de'pittori', scultori, incisori e architetti. più celebri. Modena, 1662.
loading ...