Bartoli, Alfonso
I monumenti antichi di Roma nei disegni degli Uffizi di Firenze (Band 6): Descrizione dei disegni — Roma, 1923

Page: 32
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/bartoli1923bd6/0037
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
(Antonio da Sangallo il vecchio)

— 32

(Àntonio da Sangallo il vecchio)

Tecnica: penna e bistro, riga e compasso.

Alt. 262 - Largh. 182.

Pergamena.

I nn. i e 5 del recto sono copie del f. 8 e 8 v. del Libro di
Giuliano.

Tutti e quattro i disegni del verso sono copie del f. 16 del tac-
cuino senese dello stesso Giuliano.

Per l’età di questi disegni vedi a pag. 30 le notizie preposte a
questa serie.

Bibliografia. - Ferri,i6, 100, 162, 172, 198. Lanciani, St. d. scavi, I, 181.
Egger, Cod. Escur. 161 e 162. Ashby, Draw. Andr. Coner, 19 e 21. Hulsen,
Lib. Giul. Sang., XX, 15 e 16. Hulsen, Escurial. u. Sang., 214.

Serie dei frammenti architettonici

(d’incerta attribuzione).

I disegni, che pubblico qui appresso, sono tutti diligentemente
misurati a palmi ed eseguiti con eleganza nella stessa maniera cioè a
penna e bistro, riga e compasso.

II Ferri nellTndice (vedi l’indicazione delle pagine nella bibliografia
a ciascun disegno) classifica il dis. 1617 fra quelli certi di Antonio il
vecchio, i dis. 1613-1616, 1618-1622, 1624-1626, 2036, 2051-2053 fra
quelli incerti dello stesso Antonio, i dis. 1407, 1410 fra quelli di An-
tonio il giovane, il dis. 1321 fra quelli di Pietro Rosselli.

A me pare invece che tutti i disegni siano di una stessa mano e
che tutte le note originali che li accompagnano (le postille aggiunte ai
dis. 1410, 1614, 1625, 1626 e 1321 sono di Antonio il giovane) siano
pure di una stessa mano.

II dis. 1624 è secondo me posteriore di almeno tre anni allà
morte di Antonio il vecchio (v. a pag. 33 le osservazioni al detto
disegno).

La grafia delle note originali di ciascun disegno non è nè di An-
tonio il vecchio nè di Antonio il giovane sia per il tipo in generale
sia per il raddoppiamento costante della lettera t, caratteristica che
non si riscontra mai nella scrittura di nessuno dei due artisti (cfr. Pini
e Milanesi, La scrittura degli artisti, II, 119 e 137).

D’altra parte non è senza valore il fatto che il Vasari o altri abbia
messo sul dis. 1407 il nome di Antonio da Sangallo: probabilmente
i clisegni non sono originali ma eseguiti (da Pietro Rosselli ?) su disegni
di uno o di ambedue i Sangallo Antonio.

Arch. 1407. Tav. LXXXVII, fig. 155. 1

“ Questo • difillzio • e alla fiiaza • de 'preti „ - Studi
misurati del fianco settentrionale del Tempio di Nettuno :

1-3) trabeazione e particolari della cornice.

4) alzato di tutto l’ordine.

In basso a sinistra, forse di mano di Giorgio Va-
sari : “ [antoni]0 DA SANGALLO ARCHITET „
(Cfr. le notizie preposte a questa serie di disegni).

Tecnica: penna, riga e compasso.

Alt. 365 - Largh. 278.

Carta bianca.

Manca la metà del foglio.

Bibliografia. - Ferri, 196. Hùlsen-Jordan, 609.

Arch. 1410. Tav. LXXXVII, fig. 156.

Disegno misurato di mensole e rosoni sotto il goc-

ciolatoio di una cornice. Con la nota aggiunta da An-
tonio il giovane: “ Queste distddje no\it\ sono eguali

sono come qui si uede „.

Tecnica: penna e bistro, riga e compasso.

Alt. 110 - Largh. 410.

Carta bianca.

Bibliografia. - Ferri, 32.

Ar'ch. 1612. Tav. LXXXVIII, fig. 157.

“ sotto el porttjchale de sauellglj,, - Tre studi
misurati di un capitello ionico.

Tecnica: penna e bistro, riga e compasso.

Alt. 293 - Largh. 240.

Carta bianca.

Bibliografia. - Ferri, 192.

Arch. 1620. Tav. LXXXVIII, fig. 158.

“ jn santta marja in ttresteuerj,, - Tre studi
misurati di un capitello ionico.

Tecnica : penna e bistro, riga e compasso.

Alt. 280 - Largh. 225.

Carta bianca.

Bibliografia. - Ferri, 146.

Arch. 1621. Tav. LXXXIX, fig. 159.

“ jn santto eustachio alla dogana,, - Tre studi
misurati di un capitello ionico.

Tecnica: penna e bistro, riga e compasso.

Alt. 280 - Largh. 225.

Carta bianca. Filigrana: scorpione in un cerchio.

Bibliografia. - Ferri, 138.

Arch. 1622. Tav. LXXXIX, fig. 160.

“ nella regola „ - Tre studi misurati di un capitello
ionico alla Regola.

Tecnica: penna e bistro, riga e compasso.

Alt. 280 - Largh. 220.

Carta bianca. Filigrana: come al precedente dis. 1621.

Bibliografia. - Ferri, 131.
loading ...