L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 26.1923

Page: 41
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1923/0063
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
PITTORI PISANI DEL XIV SECOLO

nella centrale, firmata e datata, è raffigurata la
Pietà, nelle laterali quattro santi.

n. io: Tavoletta con Sant'Agnese che fila tra
due ancelle, in un prato con pecore e tre cavalieri
che avanzano (maniera):

n. u: Tre santi dipinti sopra una base poli-
gonale (maniera);

n. 12: San Pietro figura completa, tavoletta
cuspidata (maniera);

di altri che imitarono la sua maniera è un poco ec-
cessiva: infatti anche se alcune volte come nelle
tavolette segnate con i numeri II, 15 e 17, tro-
viamo colori più chiari che non in lavori di maggiori
dimensioni, quali il polittico con la Crocifissione,
non vuol dire che le stesse tinte chiare non si rin-
vengano nella predella del polittico stesso.

Nei riguardi poi di altre tavole, quali le 12, 14 e
16, sempre nella terza sala del Museo, credo che la

Fig. 11 — Jacopo di Michele detto «Gera»:
DIadonna in trono e due Sanie. Pisa, Museo Civico. (Fot. Alinari).

n. 14: Trittico con la Trinità entro una man-
dorla nello scomparto centrale, angeli e santi nei
lati (scuola);

n. 15: Tre santi dipinti su di una base poli-
gonale (maniera);

n. 16: Tavoletta cuspidata: Saut' Apollonia
(maniera);

n. 17; Tavoletta con la Crocifissione con le
Marie, guerrieri e popolo (maniera).

Forse la distinzione che lo Schiff ha voluto fare
per queste tavolette del Museo, dividendole in
opere di Cecco di Pietro in persona e di scolari e

distinzione in scuola e maniera non possa essere
accettata. Son povere cose, queste tavolette, ma
non sfigurano affatto accanto alle maggiori di
Cecco di Pietro.

* * *

Jacopo di Michele detto Gera fu contempora-
neo di Cecco di Pietro e come lui fu un indiretto
seguace dei Lorenzetti. Al Gera appartengono due
tavole del Museo Civico di Pisa, segnate con i nu-
meri 23 e 28 nella III sala. Nella prima è raffigurata
la Vergine in trono con il ìiambino e due Santi, nella

L'Arte. XXVI, 6.
loading ...