Cartari, Vincenzo; Pignoria, Lorenzo [Oth.]
Seconda Novissima Editione Delle Imagini De Gli Dei Delli Antichi Di Vicenzo Cartari Reggiano — Padua, 1626 [Cicognara, 4688]

Page: 1
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/cartari1626/0042
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
********* *** £<**■«?*«»«§* *S*-f*3- ««••&** 6*J-HK-HM-g*?-E«.««.
LE IMAGI NI
DE I DEI
DE GLI ANTICHI,
Raccolte da «JW. Vicende partavi Reggiane.



I tutte le perfettloni date alla natura siu-
mana altra non è?che sia maggiorenne
più propria ali'huómo della Religione : 6e M»gKwè~*
perciò non fu gente alcuna mai, che di {*• J-110?6
questanonparticipasfein qualche modo. Je «n ^^
Et benché si dica, che la ragione princi- rimi.
palmente fa l'huomo differente da gli ani-
mali bruti, nondimeno si vede, che anco
innanzi a V vso di questa,la religione d mo-
slrain lui, come che naturalmente accompagni l'animo humano^
secondo che diceua Iamblico Filosòfo Platonico, il quale vuole,che
certo lume diuinovenghi a ferire gli animi nostri,&che in questi ri-
suegli vn'appctito naturale di bene, sopra dd quale si diseorre poi,
& sé ne fa giudicio. Laqual cofa è stata posta da alcuni sotto la fa*
uola di Prometheo, come che quel fuoco diuino, col quale egli die*
de vita al primo huomo, tiri di continuo a sé per certe vie occulto
l'anime fiumane, Se che queste parimente sentendo donde sono ve-
nute 3 & da cui hanno hauuto la loro prima origine, a quello natu-
ralmente si riuolghino. Et da queslo ancora, dicono, viene, che
quando qualche gran cosa si prelènta di bene, òdi male, subito»
pr ma che farne altra consideratione, l'huomo alza gli occhi al Cie-
lo . & sptssoanco le mani insiemegiunte, quasiche naturala.ento
icutii 3 cìk di là sn viene ogni bene, & ne voglia perciò renck re gra-
tic,
loading ...