Cartari, Vincenzo; Pignoria, Lorenzo [Oth.]
Seconda Novissima Editione Delle Imagini De Gli Dei Delli Antichi Di Vicenzo Cartari Reggiano — Padua, 1626 [Cicognara, 4688]

Page: 461
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/cartari1626/0503
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile



ANN OTATIOMI
DI LORENZO PIGNO
al libro

4&1

A;


Delle Imadni del Cartari

HE a gl'Animali non sia mai slato at-
tribuito da alcuno lume di religione non
è in tutto vero. Perche hanno detto gran
cosegli Egittij de i loro Animali Sacri,
come del Cinocefalo., dello Scarabeo, de
d'altri. Intorno che vedansì Horo Apol-
linea il noslr© Commentario (opra la
Tauola Hieroglificacche fu già del Card*
Bembo glor.mem. & hora si vede nella^*
Galleria del Sereniss. Sig. Duca di Man-
tona. Anzi che de gl'Elefanti si raccontano particolari di molta ma-
rauiglia. Et leggasi Eliano nel y. dell'Hisìoria de gl'Animali a cap*
3p.& nel^a cap.p.Plinio nel lib.S.al cap. 1 .De'moderni il Porcacchi
(opra l'Arcadia del Sannazaro a car. iy^dell'edkione di Pauia del
i$9ó»
Dio i Latini chiamano D E V S, che senza dubio viene dalla vo-
ce
te lenug>.ic,p
mo. Alcuni altri vogliono, che si deriuì dal vocabolo greco aeS^
che si unisica timore : onde habbia detto Petronio Arbitro
Trimus in orbe Deos secit timor.
Et di questa opinione fu Lattantio Placido Commentatore di Sra-
tio Papinio nei Lib. 5. della Tebaidc a veri! 661. doue cita Lucano,
&MintanoreMusico,cheè riferito ancora da Fulgcntio nel primo
Libro delle Mitologie. Allude a quello sentimento Arnolfo Vesco-
uo di Lisieux in Francia, nel Sermone , ch'egli recitò nel Concilio ài
Tours, & lo conserma col verso del Salmo L X. dedìssi beredtatem
timentibus nomen timm Domine» Alcune cose belle intorno5! no-
me di Dio serine Diogene Laertio, nella vita di Zenone versò'l fine.
Quefòo Senato duodenario de'Dei grandi si legge in due ve:; fi di
Ennio appretto Marciano Capella,nel primo Libro delle noaze di
Filologìa, & di Mercurio. Anzi che l'Antichità* gli haueua in tal
maniera compratici 3 che ad ogni mess ne toccai! a vno} come si veci;
ckiaro

greca ZE-Y.155 , mutando la Z in D, com'è slato vsanza di tut-
le lingue,per teslimonio di Claudio Mitalerio sopra Valerio Malli*

Car. a.
List??,

I.ÌH.J4.


loading ...