Bullettino archeologico Napoletano — N.S.5.1856-1857

Page: 17
DOI issue: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ban1856_1857/0025
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
BALLETTINO ARCHEOLOGICO NAPOLITANO.

NUOVA SERIE
N.° 101. (3. dell'anno V.) Ottobre 1856.

Achille all' isola di Leuce in vaso di Nocera. — Bibliografia.

Achille all' isola di Leuce in vaso di Nocera.

Nella nostra tav. II del presente anno del bullet-
tino pubblichiamo il disegno del più importante vaso
venuto fuori dalla scavazione del sig. Primicerio in
Nocera , di cui discorremmo a pag. 3 e seg. Le due
rappresentazioni, che fregiano questo insigne balsa-
mario, sono da noi riprodotte nella grandezza dell'o-
riginale, laddove la forma del vaso è la quarta parte.
Le figure son rosse in fondo nero : e la vernice e lo
stile si accosta a quello de' vasi di provenienza no-
lana ; in modo però che non. esclude la possibilità di
una fabbrica locale. Due ne sono i soggetti importanti
per se stessi e per la loro riunione ; e di essi veniamo
a dir brevemente alcuna cosa. Neil' ordine superiore
è una scena indicala abbastanza dalle iscrizioni onde
ciascuna delle figure è determinata: ed a primo aspet-
to si conosce essersi dall' antico artista effigiato A—
chille ÀXIAAETguidato dallo psicopompo Mer-
curio EPME[S all' isola di Leuce, ove si vede il vec-
chio Nereo NEPETS, e presso Teti 0ETIS con due
altre Nereidi Cimotoe KTMA0OE o Psamate ¥E-
MA6E. A questa spiegazione conducono i movimenti
delle vario figure : di fatti Achille già coronato di
mirto ed armato di giavellotti, ponendo al fianco una
mano dimostra esser giunto al termine del suo cam-
mino : ed il gesto del dio psicopompo che a lui si ri-
volge indicando il sito ove son giunti , addita abba-
stanza che gli mostra il luogo del suo beato soggiorno.
Io non mi tratterrò ad esporre il mito di Achille tra-
sportato all' Isola di Leuce , eh' è slato egregiamente
•trattato dal Koehler nella dotta memoria sur les Ues
«f la course consacrées à Achille dans le Pont-Euxin
inserita nelle mémoires de V Académie imperiale des

ÀTifiO Y.

sciences de S. Pclersbourg tom. X. Ma mi fermerò sol-
tanto sopra alcune particolarità , le quali ne! nostro
vaso offrono al le tradizioni scritte il più grazioso con-
fronto. La figura di Achille presenta quel vago e gio-
vanile aspetto, che fu notato esser proprio del l'elide,
al quale venne pure attribuita la lunga chioma (Mul-
ler Handbuch §. 413 not. 2 p. 697 ed. Welcker):
T-rf ti lìryiyily. Tifica:ofxsvos xoà TuT xo&Xei, come
dice Amano (peripl. Ponti Eux. p.23).La particolarità
de' pie nudi, sebbene solita nelle immagini di Achille
(Philostr. episl. XVIII, 1 ), non è qui da osservare ,
perchè la stessa si nota in tutte le altre figure, che a
lui si miran vicine. 11 figliuolo di Teli gode delle sue
armi, non altrimenti che gli altri beali si dilettano
nell' Elisio delle occupazioni, che più ad essi piac-
quero nella vita mortale.Questa osservazione fa pure
Massimo Tirio, parlando di Achille, che 67r\i%srv.i
nel suo beato soggiorno: e soggiugne che i marinai
lo videro talvolta comparire nell'isola di Leuce sic-
come un giovine, colla bionda chioma ed armalo: si'^ov
%fii\ yctvrxi 'TroWdxti àv^pct, TjiSsov, §a>6òy rry xó\xry
ni^ùafoL h ottXojs (Dissert. XV, 7). E pure armalo
lo fa comparire Euripide sulla sua tomba, per chie-
dere il sacrifizio d'Ifigenia :

otff&.y\ ars xpvas'ois é$avr\ crvv gVXoìS.

Hec. 112.

Achille . nel nostro vaso , è in tal posizione, che
mostrasi in alto di prender possesso della sua isola :
e bene gli si darebbe l'epiteto di nONTAPXHS, che
gli si attribuisce in alcune iscrizioni del Ponto: (vedi
Koehler mem. cit. nel citalo tom. X delle memoiie di
Pietroburgo pag. 634 segg.). E qui mi piace di os-
servare che l'epiteto di TIcvr<xpx,rfi non <lee intendersi
quasi padrone del mare, siccome con altri simili
loading ...