Cartari, Vincenzo; Pignoria, Lorenzo [Bearb.]
Seconda Novissima Editione Delle Imagini De Gli Dei Delli Antichi Di Vicenzo Cartari Reggiano — Padua, 1626 [Cicognara, 4688]

Seite: 22
DOI Seite: Zitierlink: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/cartari1626/0064
Lizenz: Public Domain Mark Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
»».».>.

i r

lmifnni de 1 Dei


ATV


'm-^M-m- 8*j- ^ -téj **■*
1/ j&nwo /# Saturno yche di/cefo
Dall'alte del fuggendo il siglio 0:-..
Ed a sor%a prillato dc'fuoi tigni y
Venne a moHrar' a gli huomini, eh' allbora
Come le sere andauano dispersi
Ter gli alti monti, il modo di raccorsi
Insieme} e d*ybhidire a certe leggi.
Et il paese 3 oue k principio ti ssette
Latente 3fà perciò chiamvto Latto »
Sotto'i goucrno di cosini si dice
Che fa il selice secolo de Poro
Così reggetta ei giussamente i firn
Topoli dando lor ripofo} e pace*
Vinaio. ^n 3ue$0 modo canta Virgilio di Saturno, mettendo la historia
con le fauole, conciona che quella reciti che Saturno andò in Italia
scacciato di Grecia dal figliuolo, &quefteh abbino finto poi,, cho
egli era prima Signore del Cielo, & che Gioue ne lo scacciò,& lo fe-
ce seendere al basso ; perche la Grecia è più verso l'Oriente, & per-
ciò più alta della Italia, che rende verio l'Occidente. Ritiratoci
adunque Saturno in Italia, fu da Giano Rè di quel paese, oue poi hi
mesia Roma j che sé ne viueua con suoi popoli quella roza vita de
più antichi mortali, tolto a parte ad regno, perche gli moitrò la_»
coltiuatione de i campi, & il fare gli denari di metallo, che prima
erano di cuoio. Et fu perciò fatta su questi poi dall'vno de lati vna
nane, perche Saturno nauigando andò in Italia, e dall'altro vna te-
sta con due faccie, chetale era la imagine di Giano, come vederemo
poi. Edificarono questi due Rè cornmunemente terre, & cartelli
vicini, che dal loro nome i chiamarono ; come Saturnia da Saturno,
& Gianicolo da Giano. Onde tanto fu stimato Saturno da quelle
genti, che insieme col Rè loro cominciarono a riuenrlo cerne Dio,
perche erano all'horastimati Dei quelli, liquali sapcuano trouare,
& là insegnauano, qualche arte che fosfe vrile alla vita humana ; &
quefta di coltiuare il terreno, & farlo con anr più f condo, che non
e di sua naturale vtilirlìma; & perciò Satura > r gli s-crl h°-
Wcuùo, nori ,&& chiamato Scercutio dallo I -°!- [ lKJ



V.

m

fca





4



j»V

r&

4
i
loading ...