L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 23.1920

Page: 81
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1920/0107
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
LA "LEDA,, DI LEONARDO DA VINCI

81

sec. xviii; poi scomparve ed ogni più diligente ricerca non ha portato nè a ritrovarlo nè a
chiarirne maggiormente le ultime vicende.1

Data la perdita dell'originale2 acquistano quindi speciale importanza le copie, anche
se mediocri, che fin dall'antico furon fatte della composizione leonardesca, qualche volta
con una libertà che del tutto deve travisare la concezione primitiva. Movendo dalla

Fig. 3 — Roma - Raccolta Spiridon.

fantastica premessa, cui abbiamo accennato, che Leonardo abbia eseguite due Lede,
l'una durante il suo secondo soggiorno fiorentino e l'altra quando si trovava in Francia

1 Sembra che un cartone della Leda, attribuito
a Leonardo, si trovasse a' primi del sec. xviii a
Milano in casa Casnedi, ma anche di quest'opera
si ignorano le vicende e la fine (cfr. Sirèn, op. cit.,
pag. (88).

2 Alla composizione della Leda si riferiscono
anche alcuni disegni di Leonardo. Oltre al ricor-
dato minuscolo schizzo vergato a c. r56 del Co-
dice Atlantico dell'Ambrosiana, il Muller-Walde.

(op. cit., pag. 140) ricorda un loglio della "Biblio-
teca del Re in Torino, ove, in mezzo a varie figure
relative alla battaglia di Anghiari e al monumento
Trivulzio, se ne trova vergata una muliebre, pic-
colissima, che presenta analogie non dubbie con la
Leda stante. Più noti sono i quattro studi di teste
della Royal Library di Windsor, già da tempo con-
siderati, e noi crediamo erron'.'amente, come studi
preparatori per l'acconciatura della testa di Leda.

L'Arte. XXIII, 11
loading ...