L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 23.1920

Page: 223
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1920/0249
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
IL PASSAGGIO DI MATTIA PRETI A NAPOLI 223

E c'è di più ancora ne' tentativi dell'abate Ciccio; lo sperato raggiungimento della
forza espressiva del Preti. Basti osservare, oltre le vaste composizioni a fresco in chiese
di Napoli, alcune tele della pinacoteca del Museo Nazionale. Tn una - Porzia e Bruto -

Fig. 28 — Mattia Preti : Pilato che si lava le mani. Napoli, Collezione Ferrara (Fot. del Museo Nazionale).

l'imitazione, lo sforzo sono evidenti: la donna si abbandona sulle ginocchia col movimento
del Figliuol Prodigo, rubando a questi il malinconico fuoco dello sguardo, mentre su per
le carni di un pallore bluastro corrono, come in quello, le rosee luci del .sangue. A lei di
contro, Bruto spalanca le braccia offrendo, col gesto di una figura del Preti, le palme alla
luce. In un'altra tela della stessa pinacoteca, Lucrezia morta si abbandona nella livida
opulenza delle carni come la S. Caterina in gloria di S. Pietro a Maiella che dorme di un
sonno così placido e soave.
loading ...