Bullettino archeologico Napoletano — N.S.6.1857-1858

Page: 73
DOI issue: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ban1857_1858/0081
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
BILLETTIIVO ARCHEOLOGICO NAPOLITANO.

NUOVA SERIE
TV.0 134. (IO. dell'anno VI.) Gennaio 1858.

Osservazioni sopra i medaglioni d'argento di Adriano impressi nell'Asia Proconsolare e nella Bilinia.—Epi-
grafi di P. Nigidio Vaccula poste di riscontro a quelle di alcune monete di famiglie Romane. — Dichiara-
zione di un vaso dipinto della collezione Jalta.

Osservazioni sopra i medaglioni d'argento di Adriano
impressi nell'Asia Proconsolare e nella Bitinia (1).

Il eh. Pinder nella seconda parie della preclara sua
Memoria accademica sopra i Cistofori, ha compro-
valo ad evidenza , che i medaglioni imperiali d' ar-
gento , del valore di 4 dramme Asiatiche equiva-
lenti a 3 denarii Romani , succedettero in luogo
degli antichi Cistofori ; e ciò segnatamente per la
particolarità da esso lui primamente avvertita, che
parecchi de' medaglioni Asiatici di Adriano serbano
fracco de' tipi e delle epigrafi del conio primitivo
di cistofori recusi, o sia reimpressi, che per lo più
sono di que'di M. Antonio, fors'anche perchè d'au-
tore di dannata memoria. La copia grande de' me-
daglioni Asiatici di Adriano , e la suddetta partico-
larità della reimpressione, parai ne porga qualche
argomento per crederli improntati in occasione del-
l' arrivo nell' Asia di queir Augusto peragranle le
province dell' Impero ; poiché molle delle città , che
gli resero grazie ed onore in quella contingenza, ve-
nsimilmente non' trovandosi avere alla mano copia
sufficiente di argento in ver ghe , dovettero sotto-
porre al conio cistofori preesistenti, eh' erano tutto-
ra in corso, ma logori, probabilmente dopo di aver-
li ammollili al fuoco.

Panni ancora, che i cistofori, o sia medaglioni di
argento di Adriano , ne diano buon argomento per

(1) Altre osservazioni dello scriverne, riguardante la prima
parie della memoria accademica del eh. Pinder intorno ai Cisto-
ori dell' Asia, vennero inserite negli ultimi fogli del Bulletlìno
dell'instiluto archeologico del cadente anno 1857.
axko ri.

riporlare all' anno 128, all'incirca, 1'arrivo d'Adria-
no ueil' Asia proconsolare. A detto di Sparziano
( in Hadr. c. 13), Adriano tornando di nuovo verso
l'Orienfe, dedicò il tempio di Giove Olimpio in
Atene , eodemque modo , iter per Asiani faciens, tem-
pia sui nominis consecravit. In sulla fine dell' anno
129 egli peragrava 1' Arabia ( Eckhel t. VI p. 481 );
onde torna molto probabile che nel precedente anno
128 visitasse l'Asia proconsolare: e tanto si con-
ferma pel risconlro de'medaglioni ivi impressi in
onor suo.

Nella maggior parte di questi egli porta il titolo
di Valer Valriae, in altri no ; e d'altra parte è cosa
dimostrata ch'egli, dopo di avere a lungo ricusalo
quel titolo decretatogli un dieci anni prima dal se-
nato, finalmente nell' anno 128 permise che gli si
desse ne'monumenti pubblici (Eckhel VI 517 cf.
questo Bullett. anno V p. 121). Se Adriano passò da
Alene nell'Asia proconsolare probabilmente al comin-
ciar dell'estate del 128, i medaglioni suoi ivi im-
pressi, in parie mancanti delle sigle P P, mostrereb-
bero eh' egli assunse il titolo Valer Vatriae non alle
calende di gennaio del 128, ma sibbene ad anno
inoltrato , e più verisimilmenle agli 11 d' Agosto ,
giorno natalizio del suo impero (1).

Il eh. Pinder dopo diligenti ricerche riesci a rac-

(1) Nello stesso anno 128, in cui Adriano assunse il tilolo
di Pater Palriae, la sua consorte Sabina si ebbe il titolo di Au-
gusta ( Eckhel VI, 520 ): e tanto si conferma pel risconlro del
medaglione d'argento di Sabina stessa, probabilmente impresso
nel detto anno nell'Asia proconsolare, allor ch'ella vi giunse in-
sieme col marito, nel quale ella vieti detta ( Pinder tav. Vili, 9 )
SABINA AVGVSTA HADRIANI AYG. P P.
loading ...