Ficoroni, Francesco de'
Le vestigia e raritá di Roma antica — Rom, 1744 [Cicognara, 3722]

Page: 66
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ficoroni1744/0093
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
66 Le Vestigia di Roma Antica
viene insognato chiaramente da Salustio in Catilina % qe>$
qucsle parole ove parla del Campidoglio : E& locus in carce*
re 5 quod Tullianum appellai um y ubipaululum\ defeenderis ad
Itevam circiter vigènti pedes humi deprefius , eum muniuntur
undique pari et et atque infuper camera lapidei s fornì'ci'bus in-
jun&a % fed incult a tenebris , ì$ odore fce da > atque terribili>
ijus facies' e/I ..
Venendosì per tanta dal Campidoglio per lo Tito dell'an-
tica via y avanti che s'entri nell'Arco di Severo , a smiftra
è la carcere Tulliana, giusta l'autorità predetta. Debbo
{òggiungere i che siccQme la facciata della carcere (opra-
vanza d'altezza una volta di più l'altezza della medelima a
cosi è probabil ? che vi sia siata sopra altra prigione non taa*
%o oseura , per, gli rei di minori delitti.

> i



é*wÈ*\




Silsi

|^
/sii
s3iar^ ^y0'


^i^SvB

wjy*£§\
S^CcQ^Je


»:..i i.-jn





CA-


loading ...