Ficoroni, Francesco de'
Le vestigia e raritá di Roma antica — Rom, 1744 [Cicognara, 3722]

Page: 127
Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ficoroni1744/0165
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
Libro Primo Capitolo XVIII. e XIX. 127
conda una specie di vago giardino , il cui terreno è ricamato
di bada verdura , e nel cui mezzo è un fonte 5 al quale fanno
ombra quattro grandi alberi di cipresìb .
C A P ITO LO XIX*
Del Colle Quirinale.
SU questo ultimo Colle dell'antica Roma non essendovi ri-'
masie , che poche memorie , poco doverò trattenermi a
poiché delle Chiese > e de i Palazzi, che lo nobilitano 5 mi
riserbo a favellare, dove parlerò di Roma moderna . Nel de-
clivio versò il Foro Trajano è una Torre costrutta di terra
cotta , e quali nella pianura entro il Monastero di S. Cateri-
na di Siena ; e un' altra a pie delle radici pretto il Foro
di Nerva ; e la terza Torre detta del Grillo. Vengono
credute di Trajano costrutte per li sbldati > che guardavano
le ricchezze del suo Foro , ma ristaurate poi nelle guerre ci-
vili . Nell'altro declivio riguardante il Viminale è la Chiesa
di Sant'Agata appartenente a' RR. Monaci di Monte Vergine
con sedici colonne di mediocre grossèzza di granito , dodici
nella nave 5 e quattro per terra fuori della Chiesa . Si legge
esser servita per Tempio agli Ariani, e ridotta poi al culto
Cattolico da San Gregorio Magno . Nel pavimento vi è que-
ila. iscrizione troncata :
SERAP. ..... DEO
M. AVRELIVS . ANTONINV.. •
*.... FEX. MAX. TRIBVNIC. POT.
Può esser, che vi siastato il Tempio di Serapide satto da
Antonino Caraealla 5 benché non è di prova detta iscrizione,
che come si sa non poche lapidi scritte presero i Cristiani da'
sepolcri 9 e dalle fabbriche de' Gentili per li pavimenti delle
loro Chiesè •
Su
loading ...