Ficoroni, Francesco de'
Le vestigia e raritá di Roma antica — Rom, 1744 [Cicognara, 3722]

Page: 82
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ficoroni1744/0112
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
8 2 Le Vestigia di Roma Antica
Questo grandioso Edificio ritiene rancico nome dvAn*
toniane almeno dal tempo d'Eutropio, poiché nel Tuo li-
bro VI IL Con tal nome le appella : Opus Roma egregium fé*
ut lavacri , qu0 Antoniana appellartiar , e di quale bruttura
sieno siate , vedali Spaziano » Lampridio , ed altri.
Quelche vi rimane di magnificenza consitte nell'alte uni*
raglie delle quattro spaziose sale, ed in molti luoghi vi son le
nicchie per le statue , alcune delle quali s'ammirano nel gran
Palazzo Farnese , sra le quali è l'Ercole col nome di Glico-
ne ,, e la Dirce con Zeto , e Amfione ; nelle sale di mezzo Ci
riconoscono i sui, ne' quali erano le grò (Te, ed alte colonne di
fino granito bianco ; ma per aver levate le medesime cadde,
. e ruinò la volta coslrutta di calcina , e di pezzi di pomice ,
conche restaron fèpolti i pavimenti in Mosaico di piccoli sel-
ci y e di marmo bianco . Nello scavarvisi per ricerca di ma-
teriali vi si trovò un rocchio di colonna di granito suddetto
lungo palmi dieci , di circonferenza palmi 22. d'Architetto r
e nell'altra sala contigua vi si discuoprì l'anno 1 71 #. una pre-
giata colonna di giallo in oro, accennata nella mia Operetta
de'Sigilli antichi di piombo alla pag. 1 1. Che le pareti delle
sale sieno (tate rivestite di Iasfcre di marmo , ne fa tedi manto
un srammento esislente in un angolo a smislra dell'entrata nel*
la seconda sala . Ivi per terra sono pezzi di colonne di varia-
ti marmi , ed anche un avanza di condotto incavato in pie-
tra Tibuttma .
Appartiene questa parte delle Terme al Seminario Ro-
mano , i cui Convittori nobili fogliono quivi i giorni di va*
eanza divertirsi al- gioco del pallone .
L'altra parte di questa sontuoso Edisicio ridotto ad orto-
pouednto da particolari,ha l'ingrelTo nella Via pubblica d'in-
contra la Chiesa di S. Sisto . Ivi rimane l'altro ordine delle
rninate camere de'bagni , che vien diviso dall'altro di soprà
accennato da un muro moderno . Il curio-sa ha qui il piacere
tì'osservare le alte mura esteriori dell'Edisicio con canali, dal-
la cui (bramita venivan l'acque per li bagni, come altresì ( ciò
che non vien descritto dal Serlio nella sua Opera d'Archi-
tettura 3 sorsè per esser slato nel suo tempo ripieno il luogo da
i pi-

la,
loading ...