Ficoroni, Francesco de'
Le vestigia e raritá di Roma antica — Rom, 1744 [Cicognara, 3722]

Page: II_002
Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ficoroni1744/0254
License: Public Domain Mark Use / Order
0.5
1 cm
facsimile


2 Le Singolarità* di Roma Moderna
gelo , ed è degno d'osTervazìone e per le lue sode , e grati*
diose arcate > e per le dieci statue, due de' SS,Pietro , e Pao-
lo 3 e. V altre d' Angeli con li sinimenti della Santissima Pafr
sìone > i quali Angioli furono scolpiti da divertì col disegno
del Bernini > e posti Tulle balaustrate di detto Ponte • A pò-*
chi palli è un trivio di tre lunghi borghi y ripieni d'abita-
zioni y i quali conducono alla grandiosa 3 e spaziosa piaz-
za del Tempio di S. Pietro y la cui veduta è in tutto a e per
tutto maravigliosa 3 anche a quei che han viaggiato per lo
Mondo , essendovi sui mezzo della medesima eretto il vallo
obetiseo liseio di granito Tebaide , che trovatosi atterrato
nel vicino Cerchio di Caligola > e di Nerone > vi fu fatto
trafportare y ed alzare dal Masslmo Pontefice Sislo V» per
opera dell'architetto Domenico Fontana 5 eda quello ne ven-
ne pubblicata l'opera in gran foglio y renduta per altro molto
rara y nella quale è riportata la macchina del cartello di
travi y ed altri legnami > co' quali fu imbracato , e cinto di
ferri l'obelisco suddetto > e con argani moli] da numerosi ca~
valli^ e operar] traportato» e alzato^ come minutamente narra
anche il Bellori nella vita di detto Fontana y su che si può
alquanto filososare . Poiché sé in lìto spazioso* e aperto3e non
impedito di quel tempo da fabbriche fu biso^no di si satto
cartello di legno per alzare quelto obelisco con l'ajuto di
tanti cavalli 3 e di 900. 3 e più operaj y ed altre macchine ,, al-
tro modo averan praticato gli Antichi . E senza parlare del-
M due obeJischi co' geroglifici fatti alzare da Augurto » uno
nel Campo Marzo di maggior mole y che lì vede nelle canti-
ne dietro il Convento di S. Lorenzo in Lucina 5 e V altro nel
Circo Maslìmo , occupato all' intorno dalle sabbriche y e den-
tro dalla spina^e dai tempj; come anche dell'altro obelisco di
Costanzo in detto Cerchio y ma parlandosì delle otto colon-
ne delle Terme Diocleziane y vicine alla muraglia y e di mo-
le maggiore dell' obelisco Vaticano > e delle due di marmo
ialino» che sostengono l'arco della maggior navata di San
Paolo > in sito impedito dall'altre 88. colonne ; e sopratutto
rissettendo alle 16. del portico del Panteon , dove non vi era
spazio capace dì cartello di legni y né di far girare gli arga-
ni
loading ...