Museo italiano di antichità classica — 2.1886/​88

Page: 915
DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/miac1888/0471
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
3. Altra statuetta dello stesso carattere alta
0,105m. Corpo eccessivamente allungato, gambe
corte e piegate al ginocchio (pare in atto di cam-
minare), aspetto grottesco. Le braccia scendono
aderenti al corpo sino ai gomiti, mentre gli avam-
bracci protendonsi innanzi al petto colle mani
giunte o racchiudenti un oggetto indeterminabile.
Il collo è grosso e lungo come nel bronzo prece-
dente, il mento del pari allungato e i capelli scen-
dono abbondanti al di dietro fin sotto la nuca di-
visi in tante trecce oblique [fig. 7].

Tutta la figurina è coperta d'un abbondante
strato di ossido.

Le terrecotte, molto più abbondanti dei bronzi,
sono quasi tutte della stessa specie cioè una quan-
tità di animali votivi di grandezze che variano da-
gli 11 fino ai 33 e più centimetri nel senso della
lunghezza. Alcuni di questi sono di pura argilla
non dipinta [fig. 13], la maggior parte però presen-
tano una ornamentazione svariata attinta a con-
cetti geometrici ed eseguita a pennello con colore
rosso più o meno cupo su fondo chiaro [fig. 2,11,12].

AH'infuori di questi animali i pezzi più rimar-
chevoli sono i seguenti:

1. Oggetto della forma simile a quella d'un
tridente, rappresentante due corna che escono dalle
estremità d'una base piana a sezione pressoché
tetragona. Un altro spuntone ora frammentario si
alzava nel centro e pare avesse la superficie ad
anelloni ossia a rigonfiature a spirale. Tra questo
spuntone e le due corna laterali escono si dalla
parte anteriore come dalla posteriore due orecchie
del pari frammentarie. Ambedue le fàcce dell'og-
getto sono dipinte ed ornate di fascetti di linee
che s'incontrano a zig-zag entro due margini co-
stituiti da una grossa striscia e da una striscetta

minore. Nel centro è un ornamento a doppia spi-
rale. Quello della faccia opposta presenta qualche
piccola varietà. Lo spuntone centrale non mostra
tracce d'ornamentazione. Le due corna hanno la
forma d'una piramide tronca a base tetragonale
e vanno arrotondandosi alla sommità. Tutta la su-
perficie dell'oggetto è perforata da una quantità
di buchini rotondi, dei quali 4 si vedono nella fac-
cia anteriore, due nella posteriore, due per parte
nelle facce laterali delle due corna e due per parte
negli spazi intercedenti fra queste e lo spuntone
centrale. Non conosco la destinazione di questo
oggetto (forse di significato mistico?). Lunghezza-
misurata alla base 0,23m; alt. 0,185m [fig. 3].

2. Frammento d'altro oggetto della stessa
specie. Conserva un solo corno laterale di forma
conica.

3. Torso frammentario di statuetta virile
ignuda senza ornamenti. Il mento è appuntito e
non pare fornito di barba. I capelli sembra formino
una specie di corona sporgente sopra la fronte.
Alt. 0,1 lm. Tecnica molto primitiva [fig. 4a, 4b].

4. Testa virile con grandi occhioni bulbosi,
ciglia e sopracciglia dipinte e corona sul capo.
È vuota nell'interno. Il collo e tutta la parte in-
feriore del busto o del corpo mancano per fram-
mentazione. Alcune tracce d'ornamentazione al
pennello molto sbiadite sono ancor visibili ai lati
delle guance e sotto le orecchie. I tratti della fac-
cia mostrano un'arte molto primitiva. Alt. 0,088m
[fig la, lb].

In fine parecchie lampade di terracotta co-
muni simili alle Idee.

F. Halbherr.

FINE DEL VOLUME II.
loading ...