L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 27.1924

Page: r
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1924/0312
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
LEON ARDI AN A

55

tata, in molte parti improvvisatrice, lo studio acuto del movimento e dei suoi rapporti
con la forma, e della qualità dei tessuti, ma la profonda spiritualità degli aspetti pro-
clamano nel mirabile stucco una primizia dell'opera di Leonardo.

* * *

Nel 1839, entravano a far parte della R. Pinacoteca di Parma alcuni dipinti della
raccolta del pittore scultore e architetto Gaetano'Callani, tra gli altri « una piccola testa

femminile a chiaro scuro giudicata in quei tempi di Leonardo da VinM
del Callani era notevole, come sembra per i documenti raccolti con et Q
Glauco Lombardi, lo studioso che ha illustrato la delizia ducale di C"e ^
Parma, la Versaglia dei Borboni. Nel suo archivio trovansi un elenco e-
raccolta Callani, di ottanta dipinti all'incirca; una descrizione par =-t Q
sette quadri principali della collezione, e frammenti di altri inventar e. ^
tivi a statue, busti, disegni e stampe appartenenti a Francesco Callani, =_
suddetto. -

>

0)

I O

p 08

p Z3

I- O

F o

I- O

= E
— o
loading ...