Bullettino archeologico sardo ossia raccolta dei monumenti antichi in ogni genere di tutta l'isola di Sardegna — 1.1855

Page: 110
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/bullarchsardegna1855/0119
License: Public Domain Mark Use / Order

0.5
1 cm
facsimile
no

CE MSI INTORBO AGLI DEI MAM (*)

La storia delle antiche favolose divinità mentre ci pre-
senta una informe e stravagante raccolta delle miserande
superstizioni e cieche credenze del paganesimo , ci fa pur
conoscere qual forza su ciò abbiano avuto le finzioni
dei sommi poeti della Grecia. Essi da natura portati al
meraviglioso, posero in opera la immaginazione, e per
abbellire il proprio racconto confusero la verità cogli
ornamenti della favola. Quindi per mezzo delle favole
che dai poemi passarono nelle storie , e dalle storie nella
teologia dei Gentili , si formò un sistema di religione , si
innalzarono dei templi, e si offrirono delle vittime ad al-
cune deità che ebbero maggior esistenza , perchè fondata
specialmente sopra le idee di Omero e di Esiodo. La co-
gnizione di tale storia ci pone inoltre in grado di vedere
in quali tenebre immerse fossero quasi tutte le nazioni
della terra , e sino a qual demenza devengan gli uomini
guidati dall'' errore accompagnato o dalla vanità del sa-
pere, o dalla ignoranza, o dal timore, o dalla corruzione.

Fra le accennate deità del paganesimo non ultimi sono
i così detti DII MÀNES, Dei Mani, intorno ai quali
intendo ora di far parola ma dovendomi studiare di
essere breve quanto meglio il possa, imprendo imme-
diatamente ad esporre il poco che mi proposi di dirne,
cominciando dalle diverse etimologie che date furono
al vocabolo Manes. — Lo derivarono 1. da Manare ,
perchè credevasi emanassero per loro mezzo i beni ed

(') Richiesti da alcuni dei Signori Associati a questo Bulleltinoa dire una qual-
che cosa intorno alle sigle D. M. (Dei Mani) che occorrono in fronte delle lapidi
mortuarie, condiscendiamo a questo loro desiderio (per cui ne abbiamo pregato
uno dei nostri collaboratori ) come a quello di dare alcune nozioni sull1 archeolo-
giaj essendoci ben grato di prestar P opera nostra ogni qual volta per noi si
possa, e torni a vantaggio dell1 istruzione (Nola del Direttore^.
loading ...