L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 7.1904

Page: 371
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1904/0426
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
ALCUNE OPERE DI SCULTURA IN LEGNO

37i

Un felice accoppiamento di elementi pisani e senesi è pure evidente nel gruppo dell’An-
nunciazione che si conserva nella chiesa di San Pietro in Volterra, le cui figure rivestite
di ricchi abiti a riflessi dorati, metallici, dalle proporzioni un pò corte mostrano ancora nelle

Fig. 16-17 ~ Annunciazione. Scuola Senese, sec. xiv
Montalcino, Chiesa del Corpus Domini - (Fotografia Luciani)

pieghe e nell atteggiamento un avanzo di godica contorsione nei primi anni del secolo XV.
Di uno stile un pò più progredito e più prossimo alle forme dell’arte fiorentina ci sembra
la Madonna col Bambino, detta la « Madonna dei Chierici » esistente nella cattedrale di

quella stessa città.

che la sola impugnatura, stretta nella mano a guisa
di rotulo. La testa é ridipinta, ma il disegno equili-
brato dei panneggiamenti e le giuste proporzioni del-
l’insieme fanno rientrare questa piccola opera nelle
buone tradizioni dell’arte senese, ancora sotto l’in-
flusso di Giovanni Pisano, al pari di un’altra statuetta
delle stesse dimensioni, in tutto simile, e rappresen-
tante pure San Paolo, che si conserva nel Museo del-
l’Opera di Siena. Nello stesso Museo dell’Opera con-

servasi un’altra statua in legno di un santo vescovo,
molto guasta ed in gran parte ridipinta; le proporzioni
sono giuste e bene equilibrate, la testa é bene impo-
stata sul tronco, i partiti delle pieghe sono semplici
e ragionevoli; nell’insieme noi ritroviamo qui certi
caratteri comuni alla scuola pisana ed alla senese di
quello stesso periodo, che si ritrovano altresì in alcune
statue di minor pregio del Museo civico di Pisa, ad
esempio in una di Cappuccino (sala XII, n. 6).
loading ...