L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 28.1925

Page: 158
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1925/0186
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
158

UNA PREDELLA DEL PONTONAIO

Alcuni altri disegni preparano altre figure della predella. Sui versi dei fogli 6689 e
6601 sono figure di uomini inginocchiati che, per quanto non abbiano identità di posa
con i santi delle parti laterali della predella, ne sono probabilmente studi. Per il San Gio-
vanni esiste poi un disegno vicinissimo alla pittura, sul recto del foglio 6693 (fig. 12).

Fig. 12. — Pontornio : Studio - Uffizi.
(Fot. delle RR. Gallerie di Firenze).

Sul verso di questo foglio è un'altra figura inginocchiata, che può essere un primo
pensiero per lo stesso santo, in atto di sorreggere contro il petto la testa del Cristo.

Concludendo, mi pare che la predella possa dirsi un'opera significativa del primo
periodo dell'attività del Pontormo, perchè, nella piccola bella Pietà specialmente, ci mo-
stra quelle qualità di linearismo spiritoso e penetrante, fresco e vivo, di moto scattante, di
composizione su piani semplici, che sono mezzi espressivi nell'opera maggiore del Pontormo,
dove il suo genio s'afferma liberamente, quasi miracolosamente in quei tempi di schiavitù:
nell'affresco di Poggio a Caiano.

Giulia Sinibaldi
loading ...