Ficoroni, Francesco de'
Le vestigia e raritá di Roma antica — Rom, 1744 [Cicognara, 3722]

Page: 156
DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/ficoroni1744/0198
License: Public Domain Mark Use / Order

0.5
1 cm
facsimile
15 <5 Le Vestigia di Roma Antica
CAPITOLO XXIV.
Delle antichità della Via Appia 5
e della Latitiate dell*Acquedotto
di Claudio.
AVanti la porta Appia si passa satto la grotta arcata del
Arco Trionfale dt Neron Claudio Druso costrutta di
gran pezzi di pietra Tiburtina , del qual Arco dice Tacita
nel lib.2. 3 che fu pressò il Tempio di Marte . Vedeiì il profc
petto di quello Arco essigiato nella moneta in gran bronzo di
Claudio Imperadore sigliuolo di detto Druso, e sopra l'Arco
in mezzo a due alti Trofei si osserva la (tatua equeslre del me-
desimo Neron Druso. Al presente però non reftano di elso Ar-
co , sé non due colonne di marmo ArTricano in una facciata ,
tutti gli altri ornamenti si può credere eisere slati levati da
Caracalla per sarvi pattar nel mezzo al di sopra l'acquedotto,
che ora vi si vede 3 a cui si congiungeva l'altra bocca dell'
acquedotto tagliato da' moderni per farvi la via a pie delle
mura sé bene anche quesla è siata chiusa 3 né vedesi 3 perchè
resta incluso nella vigna l'acquedotto, che imboccava sopra a
detto Arco y come vien dimoslrato dall'erudito Fabretti nel
libro De aqu&du&ib* Quanto si a siata maestosa la via Appia
dopo la sua porta detta Capena per superbi mausolei disposti
ne' lati di eisa via 5 può vedersi da Cicerone Tusc.1. cap.7.
dove alcuni ne accenna dicendo : An tu egrefus Porta Cape-
na 5 cum Calatini , Sdpionum y Serviliorum y Aletellorum
sepulcbta vides ssic. ma vien maggiormente comprovato dalle
irovine , che vi si vedono fin ad Albano .
Dopo la Porta predetta di San Sebasliano a man delira
predo il casmo de' Marchesi Nari si trovò la colonna Millia-
ria del primo miglio , che si vede nel Campidoglio , ed an-
che la seguente iscrizione 3 che si conserva nel Palazzo di
detti Marchesi Nari ,
$E~
loading ...