L' arte: rivista di storia dell'arte medievale e moderna — 7.1904

Page: 485
DOI issue: DOI article: DOI Page: Citation link: 
https://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/arte1904/0541
License: Free access  - all rights reserved Use / Order
0.5
1 cm
facsimile
MISCELLANEA

485

il baluardo detto Spasimo, col consenso dei Rettori e
Spedaliere dello spedale grande, e vi strasportò il fa-
moso quadro dello Spasimo dipinto da Raffaello da
Urbino.

L’altare maggiore che era ornato di marmi lavorati

al prebisterio che, a somiglianza di quello della chiesa
di Santa Maria in Arbona in Calabria, giunge per-
fino ad essere uguale alla metà dell’interno. Un
accenno di croce latina è solo nella iconografia esterna
della chiesa in quanto che di m. 1,00 soltanto le pa-

Pianta della chiesa del Vespro. Palermo

a mezzo rilievo da Antonio Gagino, fu spogliato dei
medesimi i quali furono parte venduti, parte salvati
fortunatamente allo scopo di decorare la cappella di

reti laterali del prebisterio sporgono da quelle laterali
della chiesa propriamente detta, la quale è atre navi,
separate da otto robuste colonne 1 sormontate da archi

Interno della chiesa del Vespro. Palermo

San Luigi Gonzaga nella chiesa del Collegio Massimo.

* * *

La pianta della chiesa è di forma basilicale leg-
germente modificata per un maggiore sviluppo dato

acuti. Acuto è altresi l’arco trionfale che immette al

1 Hanno con le rispettive basi l’impronta tutta propria dell’ar-
chitettura normanna, come pure carattere normanno è nelle prime
arcate della navata di mezzo le quali, (a simiglianza di quelle d<?l
loading ...